Seleziona una pagina

Coronavirus Manila | a colpi di tosse

28 Giugno 2020

Comments

Coronavirus Manila | a colpi di tosse

The Department of Health reports 738 new cases of COVID-19 in the country. Total is now 34,803. The DOH also reports 12 new deaths and 249 new recoveries. The total number of deaths is now 1,236 and the recovered patients is now at 9,430 with active cases at 24,137.



To receive an instant update on PH cases via Messenger at any time, message our page and type ‘PH Update’

560 Fresh Cases (NCR: 212, Region 7: 184, Others: 164)
178 Late Cases (NCR: 85, Region 7: 23, Others: 70)

738 New Cases, 12 New Deaths and 249 New Recoveries

34,803 Confirmed
1,236 Deaths
9,430 Recovered
24,137 Active
662,647 Total Tests

Case Fatality Rate: 3.6%
Case Recovery Rate: 27%
Active Case Rate: 69%

Source: Department of Health and Worldometers
 — sharing a COVID-19 Update.

DOH mulls longer Covid-19 quarantine period

LTFRB allows return of 47 UV Express routes starting June 29

Group hits DOTr for saying ‘gov’t is not anti-poor:’ Prove it to jeepney drivers

Keeping jeepneys off the streets will keep drivers jobless – Binay

[OPINION | Dash of SAS] A love letter to our jeepney drivers

Aklan to accept domestic flights starting July 1

Tourism will recover well, DOT chief says

ASEAN takes position vs China’s vast historical sea claims

Keep GCQ in Metro Manila, other areas – senators

Nowhere to run: Why some abused sex workers don’t want cops’ help

Maria Ressa to receive international 2020 John Aubuchon Press Freedom Award

Police seek a California woman they say coughed on a baby in a social distancing dispute

CONCLUSIONI

Domenica, 28 Giugno 2020

738 New Cases, 12 New Deaths and 249 New Recoveries di cui 560 Fresh Cases (NCR: 212, Region 7: 184, Others: 164) e 178 Late Cases (NCR: 85, Region 7: 23, Others: 70)

MANILA – Il Dipartimento della Salute (DOH) sta studiando la possibilità di estendere il periodo di quarantena prescritto per la malattia di coronavirus (Covid-19) in seguito a segnalazioni secondo cui l’incubazione potrebbe essere molto più lunga dei presunti 14 giorni.

Maria Rosario Vergeire, segretaria dell’assistente sanitario, ha formulato questa osservazione dopo che le autorità cinesi hanno confermato che un uomo di 70 anni nella provincia cinese di Hubei è stato infettato da Covid-19 ma non ha mostrato sintomi fino a 27 giorni dopo.

47 rotte di UV Express sono pronte domani per ripartire, nessun cambiamento alla tariffa che rmane fissa a 2 pesos per km e tra le diverse linee guida di salute da osservare è che Il carico dei passeggeri non deve superare i due passeggeri per fila e i passeggeri devono essere seduti a un posto a parte. Ecco le rotte:

  1. Meycauayan – Central Integrated Terminal (QC)
  2. Obando – MRT North Ave., QC
  3. Sto. Niño (Meycauayan Bulacan) – MRT North Ave.
  4. Sto. Niño (Meycauayan Bulacan) – Trinoma, MRT North Ave., Mindanao Ave.
  5. Heritage (Meycauayan Bulacan) – SM North (QC)
  6. Marilao (Bulacan) – SM North Ave.
  7. Sto. Niño (Meycauayan Bulacan) – Central Integrated Terminal (QC)
  8. SM Marilao (Bulacan) – Sm North (QC)
  9. Malhacan (Meycauayan Bulacan) – Quezon Ave. via NLEX
  10. Malhacan (Meycauayan Bulacan) – Central Integrated Terminal (QC)
  11. Marilao – Central Integrated Terminal (QC)
  12. Marilao Terminal – Quezon Ave. Terminal (MRT)
  13. Turo (Bocaue, Bulacan) – Central Integrated Terminal
  14. Turo (Bocaue, Bulacan) – Central Integrated Terminal via NLEX
  15. Turo (Bocaue, Bulacan)) – Mrt / Quezon Ave. Terminal via NLEX
  16. SM Marilao (Bulacan) – Central Integrated Terminal
  17. Meycauayan – Recto
  18. Balagtas – Monumento
  19. Springville, Molino Bacoor – Alabang via Daanghari
  20. Molino – Alabang via Daanghari
  21. Molino Bacoor – Ayala Center Terminal via Skyway
  22. Golden City (Dasmariñas) – Ayala Center
  23. Pacita – Makati Square
  24. Pacita Complex – Ayala Center Terminal via San Pedro Exit
  25. Pacita Complex (Laguna) – SM Makati
  26. Pacita (San Pedro, Laguna) – Makati Square
  27. Pacita Complex – Ayala Center via Southwoods Exit
  28. Barangay Mamatid (Cabuyao, Laguna) – Festival Mall
  29. Mamatid (Cabuyao, Laguna) – Festival Mall (Alabang)
  30. Balibago (Laguna) – SM Southmall (Las Piñas)
  31. Taytay – EDSA Central
  32. Greenland Executive Village (Cainta) – Ayala
  33. Rodgriguez – Sta. Lucia Grandmall (Cainta)
  34. Masinag – Ayala
  35. Antipolo – Ayala
  36. Antipolo – Ayala Via C5
  37. Antipolo – Ayala Via Tikling
  38. Antipolo – Ayala Via Circumferencial Rd.
  39. San Mateo (Rizal) – Ayala Ave.
  40. Binangonan – Sta. Lucia (Cainta)
  41. Binangonan – SM Megamall
  42. Binangonan -EDSA Starmall
  43. Binangonan – EDSA Central
  44. Binangonan – Marikina Riverbank via LRT Santolan
  45. Cardona – EDSA Starmall
  46. Cardona – EDSA Central
  47. Morong – SM Megamall

E le Jeepeny tradizionali? Nessuna notizia nonostante i diversi appelli di politici e personalità note come la Binay oggi, Mayor di Makati e Presidente  del Comitato del Turismo del Senato. Che dirvi, le Jeepeny americane ed i loro guidatori, i re della strada sono icone del paese e dispiace vedere che ad oggi siano ancora bloccati. 

Dal 1 Luglio Boracay Boracay non ti dimenticheremo mai e tutta la provincia di Aklan accetterà 2 voli settimanali per ciascuna compagnia aerea che sono: Philippine Airlines / PAL Express, Cebu Pacific Air e Air Asia e le persone che desiderano entrare nella provincia devono esibire un certificato medico rilasciato da qualsiasi medico governativo, autorità di viaggio emessa dalla polizia nazionale filippina e una carta di dichiarazione sanitaria, l’EO. 

L’industria del turismo si riprenderà bene  e ripristinerà i posti di lavoro persi da milioni di filippini dipendenti dall’industria, secondo il capo del turismo del paese. La segretaria al turismo Bernadette Romulo-Puyat ha dato questa garanzia giovedì (25 giugno) sulla scia di un rapporto che citava il ruolo crescente dell’industria turistica nel fornire lavoro ai filippini.

Il primo ministro vietnamita Nguyen Xuan Phuc tiene un discorso alla cerimonia di apertura del 36 ° vertice dell’ASEAN ad Hanoi, Vietnam, venerdì 26 giugno 2020. I leader del blocco delle dieci nazioni del sud-est asiatico tengono il vertice semestrale tramite videoconferenza online per discutere questioni regionali. (Foto AP / Hau Dinh). I leader del sud-est asiatico hanno affermato che un trattato sugli oceani del 1982 delle Nazioni Unite dovrebbe essere la base dei diritti e dei diritti sovrani nel Mar Cinese Meridionale, in una delle loro osservazioni più forti che si oppongono alla pretesa della Cina di praticamente tutte le acque contese su basi storiche.

I paesi dell’ASEAN comprese le Phil sono tutti uniti nel condannare le azioni intraprese dalla CIna nel mar meridionale. 

Funzionari cinesi non hanno immediatamente commentato la dichiarazione, ma tre diplomatici del Sud-Est asiatico hanno dichiarato all’Associated Press che ha segnato un significativo rafforzamento dell’asserzione del blocco regionale dello stato di diritto in una regione contesa che è stata a lungo considerata un punto di infiammabilità asiatico. Hanno parlato a condizione di anonimato a causa della mancanza di autorità per parlare pubblicamente.

Togliamoci dalla testa la possibilità che Metro Manila a Luglio entrerà in MGCQ, rimarrà molto probabilmente in GCQ con miglioramenti delle restrizioni e ciò perchè fino ad ora c’è sempre stato un approccio più che prudenziale da parte del Governo. 

C’è un articolo di approfondimento sulla prostituzione sessuale e abusi e della mancanza di ficucia nei riguardi della polizia. L’articolo fa riferimento ai precedenti fatti di cornaca tra cui una donna abusata ad un check point che ha preferito non denunciare: “I Filippini hanno più paura della fame che del coronavirus” . I lavoratori del sesso sono visti come vittime e come criminali…

Maria Ressa riceverà il premio internazionale Aubrey Press Freedom Award 2020
Il National Press Club con sede a Washington ha scelto il CEO di Rappler, Maria Ressa, per il suo Press Freedom Award internazionale, che viene assegnato a un individuo “che spinge coraggiosamente a rivelare la verità in circostanze difficili”

La polizia sta indagando sul video di un presunto assalto che si è verificato in una Yogurtland in California, dove una donna viene vista tossire di fronte a un bambino, presumibilmente perché la madre non stava mantenendo una distanza sociale adeguata.

L’incidente è avvenuto il 12 giugno quando una donna bianca descritta come una sessantenne stava facendo la fila per lo yogurt ghiacciato davanti a un’altra donna e suo figlio su un passeggino, ha riferito il dipartimento di polizia di San Jose.

“L’indagine preliminare ha rivelato che il sospettato era arrabbiato e che la femmina non stava mantenendo un adeguato allontanamento sociale, quindi il sospettato si è tolto la maschera, si è avvicinato al viso del bambino e ha tossito due o tre volte”, ha detto il sergente della polizia. Enrique Garcia.

Povero bambino e perchè prendersela con lui? Poteva tossire in faccia alla madre, no ha preferito la vittima più debole, come fanno i predatori quando vanno a caccia per soppravvivere secondo le leggi della natura. Ma qui c’era un’intenzione di vendetta “a colpi di tosse” per punire, come la multa o la detenzione, sistemi di oppressione usati da diverse nazioni durante la pandemia coronavirus. A torto o a ragione, da più fastidio che qualcuno non osservi le regole quanto tutti le rispettano, ma le regole a volte non sono chiare e non sono soggette al buon senso, sono discrezionali rispetto a chi ha il compito di farle rispettare. 

Come sapete ho ripreso a  nuotare, per entrare in piscina ovviamente non s’indossa la maschera, a meno che non si vuole passare per un cretino, Uno di questi gironi dopo la mia oretta di nuoto consueta, c’era un bel sole, e mi sono lasciato andare su una delle sedie a sdraio che circondano le piscine, dopo un po’ è arrivato un giovane, uno dei tanti di turno assistenti alle piscine per ricordarmi di indossare la maschera. Molto gentile, però la sua richiesta mi ha sorpreso e d’istinto ho girato la testa a dx e sinistra per vedere se c’erano delle persone intorno a me e capire se la sua richiesta avesse un minimo di ragionevole giustificazione. Nessuno non c’era nessuno, c’era solo lui e neanche alla fatidica distanza di sicurezza a ricordarmi d’indossare una maschera in una situazione dove non ce n’era bisogno e se qualcuno poteva arrivare ad occupare un’altra sdraio la distanza era sufficiente per coprire la distanza considerata sicura. Mi sono venuti in mente quegli episodi in italia di persone multate a fare jogging senza maschera o a quelle isolate in spiaggia, situazioni simili che non rischiedno di indossare la maschera per proteggere se o altri visto che si è da soli.

E allora,  gli sarò stato anticpatico a quell’inserviente? Sarà stato invidioso perchè  io potevo accedere alle piscine e lui no? Perchè invidioso del mio stato considerato vagamente di “vacanza”, io  a crogiolarmi nel sole  e lui costretto a  lavorare?  O perchè doveva seguire regole rigide imposte dal management? Oppure perchè l’ha deciso lui in quel momento a sua discrezione? Con queste domande che probabilmente non vedranno mai una risposta, ma che certamente ci faranno riflettere di cosa aver più paura, se del virus o di uno stato repressivo e cieco  che non lascia spazio al buon senso, ma  che mina la nostra libertà, vi saluto e vi auguro una buona domenica da Manila dove il cielo è cupo e grigio e sembra che inizi a piovere da un momento all’altro. 

Giovanni

 

 
 
 

Hits: 62

subscribe reciprocal influence y-tube channel

Related Posts

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines Locsin presenta un'altra protesta diplomatica mentre 240 navi cinesi sciamano nel Mar delle Filippine occidentali Patricia Lourdes Viray (Philstar.com) - April 14, 2021 - 8:34am MANILA, Filippine - Il massimo esponente diplomatico...

0 Comments

0 commenti

Rispondi

Pin It on Pinterest

Share This