+39 388 388 35 13 [email protected]

Coronavirus Manila | Che il peggio sia già passato?

23 Maggio 2020

Comments

Contents hide

Coronavirus Manila | Che il peggio sia già passato?

The Department of Health reports 163 new cases of COVID-19 in the country. Total is now 13,597. The DOH also reports 11 new deaths and 92 new recoveries. The total number of deaths is now 857 and the recovered patients is now at 3,092.

PH COVID-19 National Tally
May 22, 2020 Friday
Data Source: DOH via ncovtracker.doh.gov.ph

Covid-19 deaths increase as cases decline

IATF eyeing Baguio example in restarting economy

Philippines may scale back quarantines to zones by June: official

10 barangays in Navotas go on lockdown starting May 23

Quarantine violators in Navotas City allegedly have ‘Amin Laya’ option

PH health workers with coronavirus reach 2,336

PH health workers with coronavirus reach 2,336
The Department of Health removes retired health workers from the tally, reducing the number of fatalities from 35 to 31

‘Government did not spend for testing of POGO workers’

Recalled COVID-19 test kits from UP no longer available commercially, FDA assures

Galvez: Metro Manila faring better vs. COVID-19 than Lombardy, New York

Unicef gives $3 million worth of aid for PH coronavirus response

Threat on ABS-CBN stars: Man surrenders, disowns Twitter account

You can be fined ₱5,000 for making COVID-19 jokes in Valenzuela City

Bureau of Immigration charges deportation vs. Spanish national who violated quarantine measures

VIRAL: Detention Of Fish Vendor For ECQ Violation; Netizens Decry Double Standard, Inhumane Law Enforcement

South America is a new COVID ‘epicenter’, African deaths still low – WHO

80 million children at risk of measles, polio as routine vaccinations are disrupted – WHO, UNICEF

No vaccine, no classes – lawmaker

Teachers’ worries on school opening heighten amid COVID-19 crisis

Project Ark starts screening of employees for COVID-19

Does COVID-19 cause long-term damage to your body? Your COVID-19 questions answered

How Remdesivir Works to Fight COVID-19 Inside the Body

I Navajo rischiano di scomparire per sempre, vittime del più alto tasso di infezione Covid-19 negli Stati Uniti

Buthan, il Paese della felicità, è libero dal coronavirus (e il re si è occupato “personalmente” dei malati)

Covid-19, Svezia senza lockdown. Un esperimento che ha funzionato?

Don’t count on vaccine against COVID-19, top HIV scientist warns

The world’s longest lockdown, oddest task force vs Covid-19

CONCLUSIONI

Sabato, 23 Maggio 2020.

163 casi tra ieri e oggi di cui 91 a Metro Manila, ce lo siamo lasciati dietro il peggio? Tra 8 giorni c’è la scadenza della Quarantena. Riuscirà la città di Manila e quella di Cebu a passare ad una Quarantena alleggerita? Alla GCQ? Dove gli spostamenti saranno amessi? Se i numeri continueranno ad essere bassi così e magari a scendere pure non vedo perchè no. Ci sono però tutta una serie di preoccupazioni e preplessità che renderanno questa decisione nuovamente difficile, ma che stavolta parrebbe scontata perchè le Philippines raggiungorno il primato per il più lungo lockdown del mondo. Secondo l’articolo del Manila Times che ho lasciato per ultimo, il Lockdown di Metro Manila ha superato quello di Wuhan dove è scoppiata l’epidemia. 80 giorni Metro Manila, 76 giorni Wuhan. 

Dei 163 nuovi casi,  91 sono di Metro Manila, 56 delle  Central Visayas e 16 di altre regioni. I numeri stanno declinando. 

Baguio è presa ad esempio come cittadina che a giugno vedrà senz’altro le sue attività ripartire, a Metro Manila forse ci sarà una selezione delle aree (in meglio  e in peggio) e già si sta verificando ora con Navotas appena sotto a Valenzuela vicino a Quazon City, che sarà messa in ECQ fino al 31 Maggio venturo.

Gli impiegati della catena POGO’s non saranno sottoposti ai test, ma non solo loro, così avviene per tutte le compagnie private.

I test kit dell’Università delle Philipines UP sono stati richiamati e non saranno disponibili commercialmente per un piccolo difetto, pare al reagente.

Vi ricordate quel Signore spagnolo oggetto di un forte alterco con un poliziotto cha aveva tentato di arrestarlo in un villaggio in di Makati? Non aveva certo fatto una bella figura di bon ton, il Bureau of Immigration gli ha intimato la deportazione dal paese per aver violato le regole sulla Quarantea e per  non aver avuto rispetto dell’autorità.

Una notiza ha fatto scalpore sui social di un pescatore dalla faccia onesta che è stato arrestato perchè non aveva con se il pass della quarantena e detenuto per diversi giorni prima di essere liberato. O meglio aveva un pass di Caloocan dove risiede e non per Navotas mentre stava comprando il pesce per il mercato.  E’ andata virale per la notizia di questi giorni della festa di compleanno del generale di polizia nel bel mezzo della quarantena. 

La festa ha suscitato indignazione e condanna da parte dei cittadini che hanno sottolineato che i funzionari devono avere l’autorità morale per far rispettare la legge. Hanno anche affermato che la legge deve essere attuata in modo equo e uniforme.

Il nuovo epicentro della pandemia COVID-19  si è spostato in Sud America, in Brasile dove il trattamento anti-malarico hydroxychloroquine non ha ottenuto gli esiti sperati, cioè non ha proprio funzionato. C’è attenzione adesso sui paesi africani dove nonostante il fattore di rischio COVID-19 sia risultato basso, nell’ultima settimana ed in alcuni paesi  le morti sono aumentate per un ben 50%.

Circa 80 milioni di bambini in tutto il mondo potrebbero essere a rischio di malattie prevenibili con il vaccino come la difterite, il morbillo e la poliomielite a causa dell’interruzione dell’immunizzazione di routine durante la pandemia di COVID-19, le agenzie delle Nazioni Unite e l’alleanza con il vaccino GAVI lo hanno dichiarato ieri. Interuzzioni determinate da restrizioni di viaggio, ritardi nelle consegne di vaccini, riluttanza tra alcuni genitori a lasciare le proprie case per paura dell’esposizione al coronavirus e per una mancanza di operatori sanitari.

E ora veniamo al progetto ARK, con il quale s’intende lo screening di massa dei dipendenti per la malattia da coronavirus (COVID-19) nell’ambito  del settore privato. Quasi 1,1 milioni di kit di test rapidi per anticorpi sono stati procurati dal settore privato per aumentare il numero di persone che possono essere testate per COVID-19 nel paese.

Per ora, ha osservato che il settore privato non ha la capacità di condurre test RT-PCR per tutti i suoi dipendenti a causa del suo costo elevato da circa 4000 a 8000 per test. In confronto, il kit di test rapido per anticorpi costa circa P450 e può essere condotto due volte al mese.

Le altre e successive notizie (il caso Svezia di cui ne abbiamo già parlato ieri, il medicinale Remdesivir e di come funziona nel nostro corpo, il caso tristissimo dei Navajo, e il caso Bhutan definito come paese della felicità che ha sconfitto il coronavirus  senza soldi ma con l’aiuto del Re in persona) ve le lascio alla vostra lettura, perchè voglio occuparmi di qualcosa che si sta verificando in Facebook, il social delle facce.

Fenomeno di Facebook

C’è un gran parlare su un probabile vaccino che ci salverà tutti dalla pandemia coronavirus ed un altro che ci rammenta che il vaccino per il COVID-19 non si troverà mai, come del resto non è stato trovato sino ad oggi il vaccino per l’HIV per via della sua mutazione continua. Due fronti ben distinti che innescano forti discussioni, accuse e controaccuse, censure, oscuramenti, task force governative online a caccia di ipotetiche bufale.

Fra tutto questo, e non solo (vedi la situazione politica del nostro paese) noto che in facebook c’è più attenzione sulla veridicità di news ma non tanto sulla loro data. Chi vuole sostenere la propria tesi posta delle news che sembrano di ieri, ma in realtà sono di due tre anni addietro, è un fenomeno che si sta verificando spesso ultimamente. Si estrapolano  delle news dal loro contesto temporale per avvallare la tesi del momento e fornire una prova di link che a prima impressione sembra autorevole, perchè riportata da una fonte esterna, un media (poi bisogna vedere che media è) , peccato che è di 2/3 anni addietro e si riferiva ad un altro contesto.  Ad esempio ieri si riportava di un ennesimo suicidio in Italia, che si andava a sommare a tutti quelli successi durante la pandemia covid-19, peccato che la notizia era di 3 anni prima. E se glielo fai notare s’incazzano pure, invece di ringraziarti.

Forse facebook non è il luogo più indicato per cercare la veridicità di notizie, è il luogo delle emozioni espresse a battiti di link. Eppure molte news vengono da li, grazie appunto ai link riportati dagli amici, gruppi di appartenenza dove si condivide una causa, una passione, un’idea. Allora bisogna stare attenti ed ogni volta controllare la fonte, se viene da un sito non anonimo ad esempio  e soprattutto controllare  la data, che a volte non c’è.

A domani,

Giovanni, Metro Manila

LA NOTIZIA DECONTESTUALIZZATA E SENZA DATA

LA NOTIZIA VERA DI 4 ANNI FA’

 
 
 
seo scritte in merito al seo

SEO Google novità 2021

Un accenno all’algoritmo di Google della sua evoluzione storica fino all’ultimo di Maggio 2021 che punta a premiare i siti web di qualità con i …
Read More

Hits: 55

subscribe reciprocal influence y-tube channel

Related Posts

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines Locsin presenta un'altra protesta diplomatica mentre 240 navi cinesi sciamano nel Mar delle Filippine occidentali Patricia Lourdes Viray (Philstar.com) - April 14, 2021 - 8:34am MANILA, Filippine - Il massimo esponente diplomatico...

0 Comments

0 commenti

Rispondi

Pin It on Pinterest

Share This
×

Powered by WhatsApp Chat

×