Seleziona una pagina

Coronavirus Manila Good Friday Venerdì Santo

9 Aprile 2020

Comments

Coronavirus Manila Good Friday Venerdì Santo

Philippines detects 206 new COVID-19 cases, total infections now at 4,076

6 stadiums, convention centers now ready to accept COVID-19 patients

6 stadi, centri congressi ora pronti ad accettare pazienti COVID-19
Novità ABS-CBN
Pubblicato il 09 apr 2020 13:00 | Aggiornato il 09 apr 2020 14:47

MANILA – Sei stadi e centri congressi a Metro Manila e province a nord della capitale possono ora accettare pazienti con COVID-19, ha detto giovedì l’Autorità per la conversione e lo sviluppo.

Il BCDA (Bases Conversion and Development Authority) ha affermato che ci è voluta una settimana o meno per convertire i seguenti siti in strutture di quarantena con una capacità combinata di 1.500 letti per pazienti con sintomi lievi o assenti della malattia respiratoria:

– Ninoy Aquino Stadium e Rizal Memorial Complex presso il Rizal Memorial Sports Complex a Manila;
– Sale Forum Forum del Centro Congressi Internazionale delle Filippine e
World Trade Center di Pasay;
– Centro congressi ASEAN a Clark, Pampanga;
– e il Centro amministrativo del governo nazionale di New Clark City, Capas, Tarlac.


Tutte le strutture dispongono di “cabine climatizzate con prese elettriche, cibo gratuito per i pazienti e il personale medico, connessione internet gratuita e assistenza medica 24 ore su 24”, ha affermato il BCDA.

Il BCDA ha detto che avrebbe anche convertito la Philippine Arena a Bulacan, la PhilSports Arena o l’ULTRA a Pasig e la tenda Filinvest ad Alabang in strutture di quarantena. L’arena filippina da sola può ospitare oltre 2.000 pazienti, ha detto.

Il governo, ha affermato, ha stretto una partnership con quanto segue per questa iniziativa: Razon Group, EEI Corporation, Vista Land, Ayala Group, Filinvest, Investment & Capital Corporation of the Philippines, Aboitiz, World Trade Center Metro Manila, Lina Group of Companies, Megawide, Meralco, PLDT, Smart Communications, Globe Telecom, DM Consunji, Inc., Concepcion Industrial Corporation e Pacific Paint (Boysen) Philippines, Inc.

Finora le Filippine hanno confermato 3.870 casi di malattia respiratoria, con 182 decessi e 96 pazienti guariti.

Metro Manila e Luzon, che ospitano metà dei 100 milioni di persone del paese, sono in stato di blocco fino al 30 aprile per fermare la diffusione della pandemia.

Baguio City gov’t extends suspension of classes until May 31

BJMP (Bureau of Jail Management and Penology) puts up coronavirus isolation facility for inmates

Taguig residents jogging in public to be arrested

Coronavirus may be giving Beijing an opening in the South China Sea

Volunteer lawyers, OVP to provide free legal assistance

Philippines early to adopt travel ban, lockdown but not first to do so

What drugs cured 84 coronavirus patients?

POSTSCRIPT – Federico D. Pascual Jr. (The Philippine Star) – 9 aprile 2020 – 12:00

Quali medicine, erbe o preparazioni furono date agli 84 filippini che erano stati infettati dalla malattia di coronavirus (COVID-19) per curarli in assenza di un farmaco approvato dal governo per questo?

A New York, il dott. Vladimir Zelenko, che serve un cocktail di tre farmaci ai suoi pazienti che mostrano sintomi simili a COVID, registra un record di recupero del 100%. Il suo trattamento consiste in un farmaco antimalarico chiamato idrossiclorochina, l’azitromicina antibiotica e il solfato di zinco.

Il “semplice medico di campagna” sembra aver attirato l’attenzione del presidente Trump e di altri alla disperata ricerca di una cura COVID-19, ma la sua formula è ancora considerata con cautela da numerosi suoi colleghi ed esperti nell’industria farmaceutica. Vedi anche:

Touting Virus Cure, ‘Simple Country Doctor’ Becomes a Right-Wing Star

Qui, vogliamo solo sapere come i nostri medici e operatori sanitari, servendo oltre la chiamata del dovere, hanno salvato quegli 84 pazienti e quali medicine hanno usato.

Il governo sembra essere assorto nell’impedire fisicamente la diffusione del virus. La preoccupazione maggiore è in realtà quella di dover nutrire e pacificare milioni di persone bloccate che hanno perso non solo il lavoro o il sostentamento, ma anche alcuni dei loro diritti fondamentali.

Come previsto, il presidente Duterte ha prolungato il blocco a livello di Luzon fino al 30 aprile mentre cerca i modi per fermare il contagio che ha costretto la sua amministrazione a rilasciare i miliardi che ha incluso nel bilancio nazionale e in altre riserve.

Il pacchetto di emergenza P270 miliardi dato a Duterte per coprire i costi di miglioramento sociale per due mesi è quasi finito. Dovrà raccogliere più miliardi poiché è quasi certo che il blocco supererà il taglio del 30 aprile e fomenterà disordini.

Oltre ad essere ossessionato dall’interruzione della diffusione del coronavirus, Duterte dovrebbe agire rapidamente su altre due preoccupazioni vitali:  CURE (per quelli già infetti) e un VACCINE (per proteggere coloro che ancora non hanno il virus).

A partire da ieri, 84 dei 3.764 pazienti COVID-19 locali sono stati segnalati guariti. Questo è un brutto segno considerando che il tasso di recupero del 2,23 per cento è solo un decimo della media di recupero globale del 21,16 per cento (301.828 guariti dai 1.425.932 casi totali).

Per una visione più ampia, confrontare il nostro recupero del 2,23 per cento con quelli dei primi tre paesi più colpiti: Stati Uniti, recupero del 5,47 per cento; Spagna, 30,44 per cento; e l’Italia, il 17,99 percento. Guarda anche la Germania, il 33,51 percento; Russia, 6,58 percento; Corea del Sud, 64,79 per cento; Giappone, 15,15 per cento; e Singapore, 25,45 percento.

La Cina sostiene un recupero eccezionale del 94,4 per cento! Questo record è stato stabilito quando 77.167 dei suoi 81.740 pazienti con COVID-19 sono stati dichiarati guariti. È questo uno dei motivi per cui Duterte ha invitato gli operatori miracolosi della Cina – che trasportavano regali – a venire e condividere il loro segreto?

(I filippini dovrebbero abituarsi alla crescente ombra cinese. Al ritmo con cui Duterte si è orientato a sinistra verso Pechino, le Filippine potrebbero alla fine ritrovarsi profondamente nella sfera di influenza della Cina comunista, se non come regione amministrativa di fatto.)

• Il medico di New York ha trovato una cura COVID?
PER QUANTO RIGUARDA Vladimir Zelenko, il medico di famiglia di 46 anni che ha attirato l’attenzione dopo aver riportato un punteggio di recupero COVID-19 al 100%, ecco una parte della sua lettera aperta del 23 marzo “a tutti i professionisti medici di tutto il mondo” (copia inviata al presidente Trump):

“Mi chiamo Dr. Zev Zelenko e pratico medicina a Monroe, New York. Negli ultimi 16 anni, ho curato circa il 75% della popolazione adulta di Kiryas Joel, una comunità molto unita di circa 35.000 persone in cui l’infezione si diffonde rapidamente e senza controllo prima dell’imposizione del distanziamento sociale.

“Ad oggi il mio team ha testato circa 200 persone di questa comunità per COVID-19 e il 65 percento dei risultati sono stati positivi. Se estrapolato a tutta la comunità, ciò significa che attualmente più di 20.000 persone sono infette. Di questo gruppo, stima che ci siano 1.500 pazienti che rientrano nella categoria ad alto rischio (ovvero> 60, immunocompromessi, comorbidità, ecc.).

“Data l’urgenza della situazione, ho sviluppato il seguente protocollo di trattamento in ambito preospedaliero e ho riscontrato solo risultati positivi:

1. Vengono trattati tutti i pazienti con respiro corto, indipendentemente dall’età.

2. Viene curato qualsiasi paziente nella categoria ad alto rischio anche con sintomi solo lievi.

3. I pazienti giovani, sani e a basso rischio anche con sintomi non vengono trattati (a meno che le loro circostanze non cambino e rientrino nella categoria 1 o 2).

“Il mio regime di trattamento ambulatoriale è il seguente:

1. Idrossiclorochina 200 mg due volte al giorno per cinque giorni.

2. Azitromicina 500 mg una volta al giorno per cinque giorni.

3. Solfato di zinco 220mg una volta al giorno per cinque giorni.

“La logica del mio piano di trattamento è la seguente. Ho combinato i dati disponibili dalla Cina e dalla Corea del Sud con un recente studio pubblicato dalla Francia (siti disponibili su richiesta). Sappiamo che l’idrossiclorochina aiuta lo zinco a entrare nella cellula. Sappiamo che lo zinco rallenta la replicazione virale all’interno della cellula. Per quanto riguarda l’uso dell’azitromicina, postulo che prevenga le infezioni batteriche secondarie. Questi tre farmaci sono ben noti e generalmente ben tollerati, quindi il rischio per il paziente è basso.

“Dallo scorso giovedì, il mio team ha curato circa 350 pazienti in Kiryas Joel e altri 150 pazienti in altre aree di New York con il regime sopra riportato.

“Di questo gruppo e delle informazioni fornite dai team medici affiliati, abbiamo avuto decessi ZERO, ricoveri ZERO e intubazioni ZERO. Inoltre, non ho sentito parlare di effetti collaterali negativi diversi da circa il 10 percento dei pazienti con nausea e diarrea temporanee.

“In breve, la mia raccomandazione urgente è di iniziare il trattamento in ambito ambulatoriale il più presto possibile in conformità con quanto sopra. Sulla base della mia esperienza diretta, previene la sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS), previene la necessità di ricovero in ospedale e salva la vita “.

Nota Bene: tutti i Postscript sono archiviati su manilamail.com. L’autore è su Twitter come @FDPascual. Il feedback può essere inviato a [email protected]

Coronavirus can live in your body for up to 37 days, according to new study

«La Germania sapeva tutto del Covid19 da Gennaio e ha taciuto. Una vergogna altro che alleanza Ue»

Coronavirus – Allarme povertà a Torino: “E’ un disastro, tantissimi non hanno più nulla da mangiare”

Torino, distribuiscono cibo ai poveri e vengono multati “Vietato creare assembramenti”

In conclusione

Questa immagine inizia a riassumere dei numeri importanti, io mi ricordo sempre il numeo 20 a Mandaluyong, di circa 2 settimane fa, ora siamo a 150 con 16 morti e 20 ricoverati e QC sempre in testa.

E poi digerire tutte le news negative, come quella della mia Torino, dove un anziana signora piegata a terra è alla ricerca disperata del cibo, ma ciò avveniva anche prima dell’arrivo del Coronavirus e poi subito dopo la precisione di un comune paraocchi che multa tutti anche quelli che vogliono aiutare, distribuendo del cibo ai più poveri. Dove sono gli aiuti? 

Vi posto una foto rappresentativa degli aiuti del Governo filippino ai più poveri.

food help
food help

Un aiuto modesto, ma concreto.

C’è un articolo che v’invito a leggere, vedi sopra, What drugs cured 84 coronavirus patients? Che ho tradotto dall’inglese che rimada a un altro link per saperene di più. Per farla breve si tratta di un cocktail medicinale di

Idrossiclorochina 200 mg due volte al giorno per cinque giorni, Azitromicina 500 mg una volta al giorno per cinque giorni, Solfato di zinco 220mg una volta al giorno per cinque giorni.

Che pare abbia dato risultati ragguardevoli.

6 siti (vedi su al’articolo) sono stati adibiti a  facilities specifiche per accogliere i malati del Coronavirus con sintomi lievi e medi per metterli in Quarantena ed isolarli ed è in programma l’apertura di altri importanti siti che si aggiungeranno.

Prepararsi al peggio e sperare per il meglio.

I am prepared for the worstbut hope for the best.

A Baguio, che ieri ho ricordato è da oltre una settimana che non registra nuovi casi di covid-19 ha deciso di sospendere le calssi scolastiche fino al 30 maggio il che fa presagire che non ne uscieremo presto da questa Pandemia e quello che che ne comporta, bisogna sempre fare i conti con le ondate di ritorno di cui la Cina ne è vittima adesso.

A Taguig che comprende Bonifacio Global City (BGC) l’aria più ricca e rinomata di tutta la città di Manila con ampie strade che ricorda le città europeee, diverse persone sono state fermate e multate, compresi froreigners,  per aver fatto Jogging, violando le misure della Quarantena che ci impone di stare a casa e di uscire solo per motivi di salute o per l’approvvigionamento del cibo. Forse le persone pensano che strade aperte, larghi spazi possano considerarsi zone franche dal coronavirus, ma le regole sono uguali per tutti no? E allora che lo siano. Altrimenti nasce il cahos.

Anche la Thailandia ha posto il ban a tutti gli alcolici e alcuni si chideono che centri il ban degli alcolici con il covid-19? Non saprei bene ma penso sia una prassi comune qui in Asia, forse per evitare assembramenti sociali, si sa quando si beve alcolici di solito piace farlo  in compagnia o forse per evitare “uscite di testa”, non so sono mie supposizioni, andrò a cercare sul web altre possibili risposte.

Nonostante il blocco a  a casa, e riduzione di molte attività, noto che il “tempo” non smette mai di passare veloce, pensavo si fermasse un po’ di più invece no, mi sveglio e in un battito di ciglia è già sera e tutti invecchiamo un poco di più.

Giovanni, Metro Manila

 

Hits: 177

subscribe reciprocal influence y-tube channel

Related Posts

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines Locsin presenta un'altra protesta diplomatica mentre 240 navi cinesi sciamano nel Mar delle Filippine occidentali Patricia Lourdes Viray (Philstar.com) - April 14, 2021 - 8:34am MANILA, Filippine - Il massimo esponente diplomatico...

0 Comments

0 commenti

Rispondi

Pin It on Pinterest

Share This