+39 388 388 35 13 [email protected]

Coronavirus Manila Lunedì Pasquetta

13 Aprile 2020

Comments

Contents hide
1 Coronavirus Manila Lunedì Pasquetta

Coronavirus Manila Lunedì Pasquetta

Philippines reports 220 new COVID-19 cases; total now at 4,648

95-year-old COVID-19 patient recovers in Mandaluyong

‪‘Game of Thrones’ actor hails The Medical City healthcare workers and staff as heroes

PH now has 15 COVID-19 testing facilities: Galvez

Among the facilities identified in Galvez’ presentation are the following:

  • Research Institute for Tropical Medicine (RITM)
  • San Lazaro Hospital
  • UP National Institute of Health
  • Lung Center of the Philippines
  • Baguio General Hospital
  • Medical Center Baguio
  • Western Visayas Medical Center
  • Vicente Sotto Memorial Medical Center
  • Southern Philippines Medical Center
  • Bicol Public Health Laboratory
  • St. Lukes Medical Center – Global/Quezon City
  • The Medical City – Pasig
  • Molecular Diagnostics Laboratory
  • Makati Medical City
  • V. Luna Hospital

Gov’t says no policy to hide COVID-19 deaths, warns public vs fake news

MANILA – Domenica il governo ha smentito che ha ordinato agli ospedali di smettere di contare i decessi COVID-19.

I rapporti circolavano online sul fatto che i corpi si sarebbero accumulati negli ospedali invece di essere cremati, e presumibilmente agli ospedali di Quezon City fu detto di non fare un censimento sui decessi.

Il Dipartimento della Salute in precedenza ha respinto tali accuse e ha affermato che avrebbe indagato sulla questione.

“L’hindi è tutto totoo. È il momento in cui il Dipartimento di Heath è stato coinvolto in una serie di eventi. Wala pong ha organizzato la sua polemica”, ha dichiarato il segretario del gabinetto Karlo Nograles in un incontro con la stampa virtuale.

(Questo non è vero. Il Dipartimento della Sanità ha già rilasciato una dichiarazione secondo cui non esiste un simile ordine per gli ospedali. Il tuo governo non ha questo tipo di politica.)

“Questo focolaio riguarda tutti noi, quindi riconosciamo che è nostra responsabilità darvi tutti i fatti e nient’altro che i fatti. Non meritate niente di meno.”

Nograles ha messo in guardia l’opinione pubblica dalla disinformazione.

“Mag-ingat po tayo è una notizia falsa o scismatica fin qui in avanti al pinopost. I nostri sforzi per contenere il COVID-19 devono essere completati dai nostri sforzi per contenere disinformazione, disinformazione. Lalo na che ripercorre la nostra salute”, ha detto.

(Diffidiamo di notizie false o voci che vengono inoltrate e pubblicate, soprattutto quando si tratta di salute pubblica.)

“Un po ‘malizioso nel linguaggio si basa sull’esperienza di un bansa e karanan natin, lavori di distanza sociale (fisica), stare a casa salva vite. Lavarsi le mani può salvare vite. La vostra collaborazione è cruciale nei nostri sforzi per salvare vite. Kaya bahay muna, buhay muna “.

(Ciò che è chiaro nelle ultime settimane in base all’esperienza di altri paesi e il nostro sono lavori di allontanamento fisico, stare a casa salva vite. Lavarsi le mani può salvare vite. La vostra cooperazione è cruciale nei nostri sforzi per salvare vite. Quindi state a casa per ora, pensate delle tue vite prima.)

A partire da sabato, le Filippine hanno registrato 4.428 casi di COVID-19, inclusi 247 decessi e 157 recuperi.

233 nuovi casi COVID-19 registrati in PH; totale ora a 4.428

 

Gov’t requires COVID-19 patients to disclose personal info to enhance contact tracing

MANILA (AGGIORNAMENTO) – I pazienti con malattia di Coronavirus (COVID-19) devono ora divulgare informazioni personali per migliorare gli sforzi di tracciamento dei contatti, ha detto domenica la task force del governo che gestisce la pandemia.

“Per quanto riguarda gli sforzi di ricerca dei contatti di Yamaha, obbligatori o obbligatori nella presentazione di informazioni personali relative a casi COVID-19”, ha affermato il segretario di gabinetto Karlo Nograles.

(Per migliorare i nostri sforzi di tracciamento dei contatti, ora è obbligatorio per i pazienti COVID-19 divulgare informazioni personali.)

L’Ufficio della Protezione civile, in coordinamento con altre agenzie e governi locali, guiderà gli sforzi di ricerca dei contatti, ha affermato Nograles, citando la risoluzione n. 22 inter-agenzia, approvata mercoledì scorso.

“A tal fine, il DOH (Dipartimento della Salute) e il DOC sono diretti a stipulare un accordo di condivisione dei dati in conformità con la legge sulla Repubblica n. 10173 o la legge sulla privacy dei dati”, ha detto.

I medici e gli avvocati hanno precedentemente sollecitato i pazienti e le persone sospettate di portare il virus COVID-19 a rinunciare alla riservatezza delle loro condizioni mediche per aiutare le autorità a condurre la ricerca tempestiva dei contatti.

Medici e avvocati sollecitano i pazienti COVID-19 a rinunciare alla riservatezza delle condizioni mediche
L’Ordine integrato delle Filippine, la Philippine Medical Association e il Philippine College of Surgeons hanno pubblicato la chiamata in seguito a crescenti incidenti di pazienti COVID-19 in cerca di cure senza divulgare la loro vera condizione, compromettendo gli operatori sanitari.

“Sia la Philippine Medical Association che la Data Privacy Commission forniscono la base etica e legale per questa azione in tempi di emergenza sanitaria pubblica, e il DOJ afferma la sua validità”, ha dichiarato il segretario alla giustizia Menardo Guevarra.

A partire da sabato, le Filippine hanno registrato 4.428 casi di COVID-19, inclusi 247 decessi e 157 recuperi.

233 nuovi casi COVID-19 registrati in PH; totale ora a 4.428
Metro Manila e l’intero Luzon, che ospita circa la metà dei 100 milioni di persone del paese, è bloccato fino al 30 aprile per affrontare il contagio.

BPO industry in Philippines seen benefitting as firms abroad cut costs due to pandemic

MANILA – L’industria di outsourcing dei processi aziendali delle Filippine potrebbe trarre beneficio dalla “prossima ondata” di outsourcing, poiché le aziende di tutto il mondo tagliano i costi a causa della pandemia di COVID-19, ha detto domenica un esperto del settore.

Derek Gallimore, CEO di Outsource Accelerator, ha affermato che l’industria delle BPO filippine presenta “incredibili risparmi” per le aziende all’estero che stanno cercando di ridurre le spese della forza lavoro con incertezze per l’economia globale.

Gallimore ha affermato che mentre lo stipendio medio di un lavoratore americano è di circa $ 60.000 all’anno, lo stipendio di un filippino sarebbe di circa $ 6.000 all’anno.


Le medie e piccole imprese nei paesi di lingua inglese, che sono state gravemente colpite dalla pandemia, probabilmente guarderebbero all’outsourcing, ha detto Gallimore.

Ha anche respinto i suggerimenti secondo cui tecnologie come l’intelligenza artificiale stanno rendendo obsoleta l’outsourcing.

“Assolutamente no, è esattamente il contrario”, ha detto Gallimore rilevando che l’industria delle BPO nelle Filippine si sta allontanando da attività ripetitive di basso valore che sono vulnerabili all’automazione.

Compiti di alto valore come la codifica, la progettazione, il marketing stanno sostituendo l’outsourcing di basso valore, ha affermato.

Coronavirus pandemic forces over 12,000 Filipino workers to return to PH

A pandemic makes neighbors look out for each other in Sorsogon

MANILA, Filippine (AGGIORNATO) – Il governo filippino ha rimpatriato 12.144 lavoratori filippini all’estero (OFW) a partire da domenica 12 aprile, poiché i paesi di tutto il mondo lottano per contenere la diffusione del coronavirus.

Gli ultimi numeri del Dipartimento degli Affari Esteri (DFA) mostrano che la maggior parte dei filippini rimpatriati erano marittimi, con le Filippine che fornivano la maggior parte del lavoro sulle navi mercantili in tutto il mondo.

La maggior parte dei filippini che furono riportati a casa furono bloccati a bordo delle navi da crociera e di vari paesi a causa delle restrizioni di viaggio in atto per reprimere la diffusione di COVID-19.

Ad oggi, oltre 9.000 marittimi sono arrivati ​​nelle Filippine da febbraio.

In una serie di rimpatri effettuati solo nella settimana dal 5 al 12 aprile, oltre 4.700 marittimi sono tornati a casa. Loro includono:

5 aprile

Per rimanere aggiornato su notizie, consigli e spiegazioni, controlla la nostra pagina di copertura speciale, “Nuovo scoppio di coronavirus”.

322 membri dell’equipaggio di Costa Diadema e Costa Victoria
6 aprile

599 membri dell’equipaggio delle navi da crociera Carnival Dream, Fantasy, Glory, Panorama e Vista
7 aprile

179 di Carnival Conquest, Estasi, Fascino, Leggenda e Magia
278 da Carnival Horizon, Magic, Ecstasy Conquest e Sunshine
24 da Scenic Eclipse
58 da Carnival Panorama
Dal 7 all’8 aprile

125 di MS Amadea
8 aprile

139 di MS Amera
152 da Carnival Liberty, Magic, Sunshine
9 aprile

439 di Norwegian Joy, Regent Splendor
47 dal gioiello norvegese
10 aprile

440 di Norwegian Pearl, Sky e Sun
450 da Carnival Fantasy, Freedom, Glory, Legend e Valor
275 da MV Aurora e MV Oceania
265 di Norwegian Jewel, MS Albatros, MV Viking Star, Carnival cruise Ecstasy, Horizon, Legend e Sunrise
16 da Mystic crociere MS World Explorer da Lisbona, Portogallo
11 aprile

246 da Ventura
208 di giada norvegese
12 aprile

290 da Oceania Crociere MS Sirena, Virgin Voyages Scarlet Lady e navi da crociera Norwegian Cruise Line Encore e Dawn
208 marittimi di Nautica, Norwegian Jade e Seven Seas Voyager
La task force del coronavirus del governo ha sollecitato domenica le unità del governo locale a consentire alle navi di attraccare in modo che più filippini bloccati sulle navi possano sbarcare e tornare alle loro famiglie.

Oltre ai marittimi, oltre 3.000 lavoratori filippini terrestri sono tornati nelle Filippine dall’inizio di febbraio. Solo nella settimana del 6 aprile, oltre 1.000 OFW sono tornati nel paese dalle seguenti aree:

6 aprile

23 da Doha, in Qatar
7 aprile

644 dal Kuwait
8 aprile

9 da Osaka, in Giappone
9 aprile

303 dal Kuwait
12 aprile

33 dall’Indonesia
Il DFA ha assicurato che tutti i filippini di ritorno saranno sottoposti a quarantena di 14 giorni, supervisionata dall’Ufficio di quarantena.

Il Dipartimento del Lavoro e dell’Occupazione ha precedentemente annunciato che OFW regolari e documentati, alcuni OFW non documentati e balik-manggagawa o OFW che non possono tornare nel loro paese ospitante a causa del blocco in corso nelle Filippine saranno ammissibili a ricevere P10.000 in assistenza del governo.

Ethel Booba disowns Twitter account critical of Duterte admin

Tourists forced to write ‘sorry’ 500 times over India lockdown breach

WHO: Hasty lifting of lockdowns could spark deadly resurgence

(Agence France-Presse) – 12 aprile 2020 – 12:00
GINEVRA – Qualsiasi eliminazione prematura delle restrizioni imposte per controllare la pandemia di COVID-19 potrebbe portare a una fatale ripresa del nuovo coronavirus, ha avvertito l’Organizzazione mondiale della sanità venerdì.

Il capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha affermato che mentre alcuni stati stavano valutando modi per allentare le restrizioni che hanno posto circa metà dell’umanità sotto qualche forma di blocco, farlo troppo rapidamente potrebbe essere pericoloso.

“So che alcuni paesi stanno già pianificando la transizione dalle restrizioni di soggiorno a casa. L’OMS vuole vedere le restrizioni alzate tanto quanto chiunque ”, ha detto a una conferenza stampa virtuale a Ginevra.

“Allo stesso tempo, l’eliminazione delle restrizioni troppo rapidamente potrebbe portare a una rinascita mortale. La discesa può essere pericolosa quanto la salita se non gestita correttamente.

“L’OMS sta lavorando con i paesi interessati su strategie per allentare gradualmente e in sicurezza le restrizioni”.

Tedros ha precisato sei fattori che dovrebbero essere considerati prima che le restrizioni possano essere allentate in sicurezza.

Ha detto che la trasmissione dovrebbe essere controllata; sufficienti servizi sanitari pubblici messi a disposizione; rischi di focolaio nelle case di cura ridotti al minimo; misure preventive imposte nei luoghi di lavoro e nelle scuole; gestione dei rischi di importazione dei virus e comunità rese consapevoli e coinvolte nella transizione.

Accelerazione dell’Africa
Il bilancio delle vittime globale ha superato le 100.000 unità. Più di 1,6 milioni di infezioni sono state registrate a livello globale, secondo un conteggio AFP, da quando il virus è emerso per la prima volta in Cina a dicembre.

Tedros ha accolto con favore i segnali del rallentamento della sua diffusione in alcuni dei paesi più colpiti in Europa, citando Spagna, Italia, Germania e Francia.

Ma ha anche avvertito di una “accelerazione allarmante” del virus altrove, mettendo in evidenza l’Africa, dove ha affermato che stava iniziando a emergere nelle aree rurali.

“Ora stiamo vedendo gruppi di casi e comunità diffuse in più di 16 paesi” sul continente, ha detto l’ex ministro della salute etiope.

“Prevediamo gravi difficoltà per i sistemi sanitari già troppo tesi, in particolare nelle aree rurali, che normalmente non dispongono delle risorse di quelle nelle città”.

Tedros ha affermato che anche i paesi con i sistemi sanitari più potenti del mondo sono stati colti di sorpresa da COVID-19. Li ha esortati a rafforzare le loro prestazioni sanitarie piuttosto che immergersi in un “ciclo di panico e abbandono”.

In molti paesi, “ora siamo in una fase di panico perché c’è questo virus pericoloso e invisibile che sta causando il caos”, ha detto.

“Ma ciò dovrebbe effettivamente portare a porre domande su cosa fare

rafforzare il nostro sistema.

“Nessun paese è immune.”

Strategia d’uscita
Il direttore generale dell’OMS ha anche affermato di essere particolarmente preoccupato per il gran numero di casi registrati tra gli operatori sanitari – con oltre il 10 percento riferito infetto in alcune nazioni.

“Quando gli operatori sanitari sono a rischio, siamo tutti a rischio”, ha detto.

Tedros ha affermato che prove di alcuni paesi, tra cui Cina, Italia e Stati Uniti, mostrano che gli operatori sanitari sono stati infettati al di fuori delle strutture sanitarie, nelle loro case e comunità.

Passando all’epidemia di Ebola nella Repubblica Democratica del Congo, ha detto che era stato segnalato un nuovo caso, solo tre giorni prima di una scadenza che avrebbe

hanno segnato la fine ufficiale della lunga epidemia.

Il direttore delle emergenze dell’OMS, Michael Ryan, ha affermato che circa 2600 allarmi sono ancora oggetto di indagine ogni giorno nella RDC, con migliaia di campioni prelevati ogni settimana.

“Forse questa è la nostra lezione per COVID-19: non esiste una strategia di uscita fino a quando non avrai il controllo della situazione e devi sempre essere pronto a tornare indietro

di nuovo e ricominciare “, ha detto.

VIDEO Y-TUBE: PH Covid-19 Task Force: There must be gradual transition in lifting enhanced community quarantine

PH Covid-19 Task Force: There must be gradual transition in lifting enhanced community quarantine

Philippines is prepared for the coronavirus outbreak to last until end-May, says finance secretary

Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in 20 giorni sono morti tre fratelli

VIDEO. Coronavirus Milano, Galli a Sky TG24:

Coronavirus. A Roma caos sulla Pontina. Migliaia di auto in coda verso il mare:

Coronavirus: “Siamo vicini a un vaccino contro il Covid 19 efficace e semplice da usare”

Conclusioni

L’imagine di copertina raffigura un caffè sopra un grill, oggi non è il caso di andare fuori e fare la classica grigliata di carne all’italiana nel Lunedì di Pasquetta, che ci si accontenti di un buon caffè nero bollente, fatto con la moka ovviamente.

Non c’è il Lunedì di pasquetta nelle Phil, solo in Italia, meglio,  così nessuno è tentato ad andare a fare la classica gita fuori porta, come invece è avvenuto nel nostro paese, vedi –> Coronavirus. A Roma caos sulla Pontina. Migliaia di auto in coda verso il mare Il guaio dell’Italia è proprio questo, tutti si sentono in diritto di non rispettare le regole, ma non è avvenuto solo in italia anche in altri parti del mondo, non siamo i soli. In India, che è diventata famosa per le “punizioni” corporali un turista è stato costretto a scrivere “sorry” 500 volte, come a scuola quando eravamo bambini (perlomeno quelli della mia generazione).

Ad ogni modo regna una grande confusione, gli esperti, i dottori non sono di grande aiuto, si contraddicono tra di loro, dicono e non dicono –>  vedi il bel VIDEO. Coronavirus Milano, Galli a Sky TG24:

L’unico che non ha dubbi e che rappresenta un riferimento preciso mondiale è Tedros Adhanom Ghebreyesus il Direttore Generale del WHO che allerta tutti nel porre molta attenzione all’alleggerimento della Quarantena, a come attuarlo e con molte cautele se non si vuole vedere un’ondata di ritorno mortale. Perchè questo virus maledetto è così facile e veloce a diffondersi e le persone lo diffondono senza sapere di esserne affette. 

La Quarantena oggetto di critiche sembra rappresentare  la  misura più efficace che veramente evita la diffusione del virus, per forza, se non esci non diffondi e non vieni infettato.  Quando finirà la Quarantena? E’ oggetto di discusione nelle Phil e c’è un video a riguardo di Y-Tube VIDEO Y-TUBE: PH Covid-19 Task Force: There must be gradual transition in lifting enhanced community quarantine. L’uscita dalla Quarantena sarà selettiva, zonale e graduale.

E poi i cosidetti vaccini, cure, che potrebbero risolvere la Pandemia in un “attimo”, ma ci vuole del tempo. Il lungo e dettagliato articolo con tanto di Video dell’editoriale  La Stampa ne parla, che ho lasciato per ultimo, se il vaccino ci sarà, sarà sommnistrato con “gocce” sotto la lingua. Gocce di speranza per adesso, che si trasformino in mari, laghi e cieli blu a disposizione di tutti.

Giovanni, Metro Manila

Se non l’avete ancora fatto iscrivetevi al canale y-tube, tra poco uscirà un video di speranza ai tempi del Coronavirus.

Grazie per quelli che si sono già iscritti 🙂

 

reciprocal influence y-tube channel
reciprocal influence y-tube channel
seo scritte in merito al seo

SEO Google novità 2021

Un accenno all’algoritmo di Google della sua evoluzione storica fino all’ultimo di Maggio 2021 che punta a premiare i siti web di qualità con i …
Read More

Hits: 45

subscribe reciprocal influence y-tube channel

Related Posts

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines Locsin presenta un'altra protesta diplomatica mentre 240 navi cinesi sciamano nel Mar delle Filippine occidentali Patricia Lourdes Viray (Philstar.com) - April 14, 2021 - 8:34am MANILA, Filippine - Il massimo esponente diplomatico...

0 Comments

0 commenti

Rispondi

Share This
×

Powered by WhatsApp Chat

×