Seleziona una pagina

Coronavirus Manila Ombre e Luci

14 Aprile 2020

Comments

Coronavirus Manila Ombre e Luci

Department of Health (Philippines)

Coronavirus deaths pass 300, total cases near 5,000

Supreme Court asked: Compel Duterte to disclose state of health

‘Abbiamo ancora un presidente fisicamente e mentalmente sano? È ancora lui a prendere decisioni per gestire e porre fine all’attuale crisi? chiede un avvocato nella sua petizione dinanzi all’Alto Tribunale

STATO DI SALUTE. Il presidente Rodrigo Duterte si rivolge alla nazione sulla pandemia di coronavirus in una conferenza stampa a tarda notte il 3 aprile 2020. Foto di Malacañang

STATO DI SALUTE. Il presidente Rodrigo Duterte si rivolge alla nazione sulla pandemia di coronavirus in una conferenza stampa a tarda notte il 3 aprile 2020. Foto di Malacañang

MANILA, Filippine – Mentre il paese affronta la pandemia di coronavirus, un avvocato ha presentato lunedì 13 aprile una petizione davanti alla Corte Suprema che cerca di costringere il presidente Rodrigo Duterte a rivelare il suo stato di salute al pubblico.

L’avvocato Dino de Leon ha presentato una petizione all’Alta Corte per chiedere a Duterte di divulgare i suoi ultimi risultati dell’esame psicologico, bollettini sanitari e altri documenti medici, invocando la Sezione 12, Articolo VII della Costituzione che afferma che: “In caso di malattia grave del Presidente, il pubblico è informato dello stato di salute. “

La petizione ha citato le recenti conferenze stampa di Duterte relative al coronavirus, in cui ha fatto “brontolii incomprensibili”, una volta persino borbottando sulla peste bubbonica quando gli è stato chiesto della disponibilità di kit di test per il virus.

“Abbiamo ancora un presidente fisicamente e mentalmente sano? È ancora lui a prendere le decisioni per gestire e porre fine all’attuale crisi?” De Leon ha chiesto nella sua petizione.

De Leon ha citato le varie volte in cui Duterte ha saltato gli eventi pubblici, nonché le malattie che il presidente stesso ha affermato di avere, inclusa la rara malattia muscolare della miastenia grave.

Nel 2018, Duterte ha dichiarato di essere risultato negativo per il cancro.

De Leon è andato alla Corte Suprema dopo non essere riuscito a garantire copie delle cartelle cliniche di Duterte attraverso una richiesta di libertà di informazione (FOI).

Il 13 marzo De Leon ha dichiarato che l’Ufficio degli archivi di Malacañang gli ha detto che gli archivi “non sono tra quelli disponibili in archivio né in possesso dell’Ufficio”. Malacañang ha detto a De Leon che accoglierà la richiesta una volta che i record saranno disponibili.

O è sano o …

“In ogni caso, non ci sono danni se vengono divulgate le cartelle cliniche del Presidente. Possono esserci solo due scenari. Il primo scenario è che il Presidente è effettivamente fisicamente e mentalmente sano, e il rilascio delle cartelle cliniche richieste assicurerà il pubblico della sua idoneità fisica e mentale a gestire la crisi. Vi è un ovvio vantaggio in quanto ciò farà sentire il pubblico più sicuro e protetto “, ha affermato la petizione.

“L’altro scenario, che è il caso peggiore, è che il Presidente soffre effettivamente di gravi malattie, il che significa che il pubblico dovrebbe essere informato della situazione, come comandato dalla Costituzione”, ha aggiunto la petizione.

Il portavoce della Corte suprema Brian Keith Hosaka ha dichiarato che la sessione in banca di martedì 14 aprile è stata annullata. “Non mi è stato detto il motivo per cui non c’è en banc e quando sarà il prossimo incontro en banc”, ha detto Hosaka.

Malattia grave?

Si discute su ciò che costituisce una grave malattia nel riferimento costituzionale alla salute del Presidente.

Nel 2018, quando Duterte dichiarò di essere risultato negativo per il cancro, il segretario esecutivo Salvador Medialdea disse che “non pensa” che meritasse l’emissione di bollettini medici.

“Una malattia grave è un termine relativo”, ha detto a Rappler il segretario alla giustizia Menardo Guevarra, aggiungendo che sarebbe stato Duterte a dover chiamare.

Il firmatario ha citato le trascrizioni della Commissione costituzionale in cui il commissario Blas Ople ha affermato che la malattia grave è “una malattia in cui non è realmente inabile ma gravemente compromesso nell’esercizio delle sue urgenti funzioni di presidente”.

Le conferenze stampa a tarda notte di Duterte hanno guadagnato l’ira dei telespettatori perché il Presidente ha spesso vagato e parlato in modo incoerente.

Descrivendo queste conferenze stampa come “incomprensibili”, “monologo ubriaco” e “difficilmente lucido”, la petizione ha spinto la Corte Suprema a concedere la petizione perché “il problema non può più essere semplicemente spazzato sotto il tappeto”.

“Deve essere affrontato dalle nostre istituzioni. L’unico modo per porre fine alla questione è attraverso il rispetto del comando della Costituzione: il rilascio di cartelle cliniche aggiornate del Presidente e la conferma delle varie diagnosi ivi contenute”, ha affermato il petizione.

La petizione sosteneva che il problema era urgente perché “l’opinione pubblica è preoccupata per lo stato attuale del paese poiché la nazione deve affrontare quella che potrebbe essere la più grande minaccia per questa generazione”. – Rappler.com

Manila barangay to be placed on total lockdown after holding boxing match

Duterte tells mayors: Implement social distancing or I’ll arrest you

75 PH hospitals now have facilities dedicated for coronavirus patients – DOH

Without intervention, PH may see ‘worst-case scenario’ in COVID-19 pandemic by 2021: DOH

Filipino health workers with existing contracts abroad can now leave, says DFA

‘Hindi ko sinisisi’: Duterte says he can’t stop Filipino nurses from working abroad

Duterte criticizes US for recruiting Filipino nurses amid COVID-19 pandemic

Duterte says likely to lift Luzon lockdown if PH gets antibody treatment vs COVID-19

MANILA – Il presidente Rodrigo Duterte alla fine di lunedì ha dichiarato che rischia di revocare il blocco a Luzon se il paese può ottenere un trattamento anticorpale per la malattia di coronavirus 2019 (COVID-19).

“Kung nandiyan na ‘yong anticorpo, disponibile nel mercato qui e viene venduto in quantità, in numero, quindi sono propenso a quel momento a sollevare il blocco”, ha detto Duterte.

“Mayroon è una medisina, un anticorpo, un gigantesco gruppo farmaceutico (società) che fa il tifo per il momento. Sabi a maggio, avrebbero iniziato a commercializzarlo “, ha aggiunto.

“Kung meron na ‘yan, tapos makita ko na ginagamit of tao, ili-lift ko. Tutal kung magkasakit kayo, may anticodies naman tayo mabili. Ora, non è un problema, problema con i tuoi tapis con il tuo blocco “, ha detto Duterte.

Esistono due tipi di anticorpi associati alla risposta immunitaria COVID-19: IgM, che il corpo produce nelle prime fasi della risposta virale, e IgG, che arrivano più tardi durante l’infezione.

Il Philippine General Hospital in precedenza aveva lanciato una richiesta per i sopravvissuti di COVID-19 di donare sangue o plasma. Il plasma dei donatori, che passerà attraverso uno screening accurato, sarà utilizzato per aiutare a trattare i pazienti con sintomi gravi e critici di COVID-19.

Le Filippine si uniscono al mondo alla ricerca di possibili trattamenti per COVID-19
Jonas Del Rosario, portavoce di PGH, ha dichiarato all’ABS-CBN News che la terapia al plasma convalescente è stata a lungo utilizzata durante le epidemie come un modo per portare gli anticorpi dai pazienti recuperati a coloro che ancora combattono la malattia.

“Ora abbiamo pensato a questo perché in passato, il plasma convalescente prelevato da una persona che si è ripresa da un’infezione e contiene anticorpi neutralizzanti è risultato utile in altre pandemie”, ha detto Del Rosario, riferendosi alla pandemia di influenza H1N1, il 2003 Epidemia di SARS-CoV-1 e dell’epidemia di MERS-COV del 2012.

LEGGI: ​​I sopravvissuti di COVID-19 hanno cercato sangue, donazioni di plasma nella speranza di trovare la cura del virus
L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha anche sostenuto il trattamento, che è stato utilizzato per malattie che non hanno ancora un vaccino.

“In sostanza stai dando al sistema immunitario della nuova vittima una spinta di anticorpi per sperare di superare la fase molto difficile”, ha detto il dott. Mike Ryan, capo del programma di emergenza sanitaria dell’OMS a febbraio.

“Quindi deve essere somministrato al momento giusto, perché elimina il virus nel sistema e dà al sistema immunitario del nuovo paziente una spinta vitale nel momento in cui ne ha bisogno. Ma deve essere attentamente cronometrato e non sempre ha successo “.

7 sopravvissuti al COVID-19 donano plasma al PGH per un trattamento sperimentale
Corri per trovare la cura

Il produttore farmaceutico statunitense Regeneron Pharmaceuticals Inc. ha dichiarato a marzo di aver identificato centinaia di anticorpi in grado di trattare o prevenire COVID-19 e si stava preparando per iniziare studi clinici.

Il produttore statunitense afferma di aver identificato gli anticorpi per il trattamento del coronavirus
La società selezionerà i primi 2 anticorpi per sviluppare un trattamento “cocktail” e aumentare la sua produzione per produrre 200.000 dosi al mese entro la fine dell’estate negli Stati Uniti.

Almeno una dozzina di altri produttori di droga stanno attualmente lavorando su vaccini, antivirali e altri trattamenti per aiutare le persone infette dal virus a diffusione rapida, con alcuni antivirali già utilizzati negli studi.

Pfizer Inc. ha anche accettato di co-sviluppare un vaccino con il farmacista tedesco BioNTech SE e di sviluppare trattamenti antivirali che potrebbero essere potenzialmente utilizzati con l’antivirale di Gilead Sciences Inc chiamato remdesivir contro il coronavirus.

Johnson & Johnson e Sanofi hanno anche collaborato con un’agenzia del governo degli Stati Uniti per sviluppare candidati per il vaccino virale.

Lo sviluppatore di farmaci Moderna Inc, che ha dosato il suo primo paziente con il suo vaccino sperimentale, ha fatto il maggior progresso tra le aziende impegnate nelle attività di sviluppo del vaccino contro il coronavirus.

Resta a casa

Lunedì Duterte ha ricordato al pubblico di rimanere a casa in attesa che un trattamento anticorpale fosse prontamente disponibile sul mercato.

“Non sappiamo come andrà a finire, quando. Ma per mancanza di un modo migliore di proteggere le persone, questo è se non chiedendoti di entrare nelle tue case, con la mia certezza che quando l’anticorpo è, come detto, ha ha superato i test medici o ‘yung test clinici nila, è pronto per essere venduto entro maggio, ma è pronto a revocare (il blocco) “, ha detto il presidente.

“Anche la mia paura, l’anticorpo del kung nandiyan ‘yong, ovviamente le nazioni ricche lo capiranno prima che possiamo.”

Nel tentativo di contenere la diffusione del virus, il governo filippino ha posto l’intero paese sotto lo stato di emergenza della salute pubblica e l’isola di Luzon sotto blocco.

A partire da lunedì, il dipartimento della salute ha registrato 45 recuperi, portando il totale a 242, con 4.932 infezioni e 315 decessi a livello nazionale. -con relazioni di Reuters; Agence France-Presse; e Kristine Sabillo, ABS-CBN News

Duterte warns of ‘next waves’ of COVID-19 infections

Bong Go urges national agencies: assure delivery of assistance to affected Filipinos from poor to middle class amid COVID-19 crisis

DOF eyes P51-B program to help middle class families

Roque returns, replaces Panelo as Duterte spokesman

Coronavirus, il Veneto fa da apripista per la fase 2: sì al jogging e ai picnic in famiglia

Negozi riaperti in Austria, la Norvegia torna a scuola: l’Europa prova a ripartire. Ma c’è chi ritarda la “fase 2”

Riassunto e conclusioni

Siamo arrivati a quasi 5000 positivi ufficiali nel paese con 300 morti. Le morti rispetto ai positivi rappresentano sempre un numero basso per fortuna. Sono più le ombre o le luci?  In questo giorno del dopo pasquetta passato a casa come sempre,  vediamo.

Ombra: la petizione presentata da un avvocato nella giornata di ieri per determinare lo stato di salute di Duterte, cioè per rendere pubbliche le sue cartelle cliniche. Vedi articolo tradotto dall’Inglese

Ombra per quanto è successo a Manila (Ermita). C’è sempre stata confusione tra la città di Manila appunto e la parte vecchia della città che si chiama Ermita, ma anche Manila la old Manila, la parte vecchia di Manila. Ermita uguale a Manila. C’è stato un incontro di box sulle strade e un video pubblicato su Fb ha mostrato almeno 100 residenti. A conseguenza di ciò è stato determinato uno stretto lockdown e nessuno dei residenti adesso è permesso di lasciare casa ad eccezione dei front liner. Questo lockdown totale durerà 24H fino a mercoledì 15 Aprile. C’è preoccupazione per altri eventi sociali che raduna persone in strada tipo il bingo. La old Manila (Ermita) conta 323 casi confermati di  coronavirus 42 morti e  27 ricoveri e con 490 pazienti sotto investigazione.

Luce: 75 Ospedali nella città di Metro Manila hanno strutture dedicate per il coronavirus e possono accomodare 3194 pazienti, un numero che si eleva a 4413 se si contano gli spazi pubblici fatti con tende e degli hotel per ospitare i malati con leggeri e medi sintomi. 

Ombre e luci, che gli infermieri locali filippini che hanno già un contratto in essere all’estero possano lasciare il paese, ma nessuno può vietare alla loro libertà di farlo, ricorda Duterte che critica gli USA per averli richiamati. 

Luce ed Ombra:  Duterte ha dichiarato che la Quarantena potrà essere sospesa se se il paese potrà  ottenere un trattamento anticorpale per la malattia di coronavirus 2019 (COVID-19).

Esistono due tipi di anticorpi associati alla risposta immunitaria COVID-19: IgM, che il corpo produce nelle prime fasi della risposta virale, e IgG, che arrivano più tardi durante l’infezione.

Continua  a leggere nell’articolo su.

Luci ed Ombre ad ogni modo,  perchè il trattamento non sembra essere così facile da ottenere e non ha sempre successo.

In Italia e nello specifico da parte della Regione Veneto ci sono i primi spiragli di luce permettendo il jogging e i picnic di famiglia e così in altre parti di Europa. Io avverto comunque una confusione generale che regna sovrana. Poi mi sono fatto l’idea personale che l’alleggerimento della Quarantena dovrà per forza seguire se non vogliamo autoammazzarci riducendo i paesi alla fame da noi stessi medesimi.

A Manila i posti di blocco dei barangay si sono fatti più restrittivi sebbene qualche tricicle e pedicab in giro si inizia a vedere. C’è più organizzazione adesso, si sono prese le misure riguardo allo spread del coronavirus e chi può dire se ci sono più ombre o luci? Viaggiano alla pari, ma bisogna fare il focus sulle luci altrimenti non se ne esce più. 

Giovanni, Metro Manila

 

THE CURE – A Forest (lyrics)

THE CURE – A Forest (lyrics)
A Forest
 
Come closer and see
See into the trees
Find the girl
If you can
Come closer and see
See into the dark
Just follow your eyes
Just follow your eyes
I hear her voice
Calling my name
The sound is deep
In the dark
I hear her voice
And start to run
Into the trees
Into the trees
Into the trees
Suddenly I stop
But I know it’s too late
I’m lost in a forest
All alone
The girl was never there
It’s always the same
I’m running towards nothing
(Again and again and again and again)
And again

Hits: 45

subscribe reciprocal influence y-tube channel

Related Posts

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines Locsin presenta un'altra protesta diplomatica mentre 240 navi cinesi sciamano nel Mar delle Filippine occidentali Patricia Lourdes Viray (Philstar.com) - April 14, 2021 - 8:34am MANILA, Filippine - Il massimo esponente diplomatico...

0 Comments

0 commenti

Rispondi

Pin It on Pinterest

Share This