+39 388 388 35 13 [email protected]

Metro Manila – Media-di-opposizione

21 Febbraio 2021

Comments

Metro Manila – Media-di-opposizione

Quali sono i giornali/media di opposizione nelle Filippine? Essenzialmente due, il primo fra tutti –> Rappler ,  ABS-CBN , e poi aggiungiamo il  Philippine Daily Inquirer , forse  ce ne sono altri, chissà,  i miei amici delle Phil mi potranno aiutare.

Per approfondimenti andate qui , è un articolo del 2018, ma tuttora attuale. 

Per chi vive stabilmente nelle Filippine come Expat è meglio che non s’interessi troppo della politica interna, e che non abbia nessuna partecipazione e relazione attiva ne in difesa di diritti umani  o cause di tematica internazionale a meno che non voglia rischiare di essere cacciato via dal Paese o peggio deportato e tacciato come persona non desiderabile, nell’opzione più leggera tra le tante (auspicando quindi non il peggio, cioè di  essere rinchiuso da qualche parte e dimenticato) e poi di essere incluso nella Black List Nazionale . C’è anche la possibilità di essere  “liftati” forse non per tutti i crimini commessi, ma c’è un modo e potete leggerne qui:

How to lift your name in the Philippine immigration blacklist? – Guzman Acain -Philippine Law Firm

I Filippini sono gentili di natura, ma  se perdono la pazienza non tornano indietro. Il perdono sembra non esistere nelle Phil, se sbagli paghi e vieni messo alla gogna, chiunque tu sia, Filippino o Straniero, Povero o Ricco, politico o no, non importa. E con gogna intendo una foto tua pubblicata nei vari media con nome e cognome e con la descrizione del crimine commesso scritti a  mano o stampati sul cartello segnaletico tipico della polizia. Eccovi un esempio:

Chinese girl arrested for direct assault

C’è un che di soddisfazione in tutto ciò, sembra di ritornare un po al medio evo, però funziona come deterrente generale a comportarsi bene. Ho visto molte scene di stranieri “arrabbiati” per qualcosa al BOI (bureau of immigration) e sono stati “graziati” nell’indifferenza tipica filippina, ma secondo me hanno rischiato molto oppure non sapevano bene a  cosa potevano andare incontro. In particolare mi ricordo di un Russo, alto e grosso,  al BOI di Makati che aveva proprio perso la pazienza per qualcosa che non ricordo bene. Era con la sua fidanzata filippina che disperatamente gli intimava di calmarsi e di smetterla di offendere tutti, ce l’aveva con gli impiegati del BOI che in quel periodo non avevano la divisa nera ufficiale (che un po’ di timore, incute) , ma che comunque sempre ufficiali pubblici dovevano essere considerati, anche se vestivano normalmente. Non gli successe niente, che fortuna ebbe avuto, forse non era molto informato o non gliene fregava niente.  E poi di un’altra disgraziata americana con suo marito in farmacia, Watson in quel caso, che chiedeva disperatamente una medicina, ma  i commessi senza ricetta non potevano dargliela e lei era come impazzita, alla fine si mise pure a piangere, tra i vari vaffa e offese generali. Anche li secondo me quell’Expat aveva rischiato molto … 

Le farmacie nelle Phil sono diverse da quelle Italiane dove si atteggiano tutti a Dottori (che  lo sono pure) e dove sono contentissimi di aiutarti a comprare tutte le medicine possibili che puoi, sono felici di riempirti di medicine e si autocongratulano nel consigliarti una marca piuttosto che un’altra. Quante volte siamo andati nelle  farmacie italiane per ricevere un consglio ed evitare la visita dal Dottore… Nelle Phil invece se non hai la ricetta ti fanno grosse storie, ma dipende anche da come ti atteggi, a volte te la danno senza ricetta, ma non chiedergli consigli su quale medicina è meglio comprare, se non hai il nome non ti aiutano a cercare un’alternativa. Nelle Phil funziona così: Dottore, ricetta, farmacia. 

Poi ci sono stati altri episodi eclatanti dove “la proverbiale pazienza filippina” non c’è stata. Di solito gli Italiani nelle Phil  non appaiano di frequente nei giornali di cronaca, mi ricordo però di un episodio che ci stupì un po’ tutti, di quell’Italiano immediatamente arrestato all’aereoporto per aver scherzato dicendo che in tasca aveva tre bombe nucleari e che apparteneva ad un gruppo terroristico. Si sa nelle Phil non c’è ilarità per le barzellette o per degli scherzi plateali, non le capiscono proprio, perchè loro nascono già che sorridono. 

Riprendendo il discorso di prima, se volete capire cosa era successo leggete qui:

Chinese student charged with assault after tossing tofu drink at Philippine cop | Taiwan News | 2019/02/12

Per approfondimenti sulla guerra dei media tuttora  in atto nelle Phil, vi posto qualche link per chi vuole capirne meglio.

Metro Manila – Media-di-opposizione

The Journalist vs. the President, With Life on the Line (Published 2019)

e poi qui:

Metro Manila – Media-di-opposizione

La principale rete televisiva delle Filippine, critica su Duterte, ha dovuto fermarsi – Il Post

seo scritte in merito al seo

SEO Google novità 2021

Un accenno all’algoritmo di Google della sua evoluzione storica fino all’ultimo di Maggio 2021 che punta a premiare i siti web di qualità con i …
Read More

Metro Manila – Media-di-opposizione

Ecco, spero di aver risposto alla domanda che mi hanno fatto in questi giorni.

Se poi volete un elenco completo di tutti i media delle Filippine on line e non andate sul link di WIkipedia:

List_of_newspapers_in_the_Philippines

Qui in Italia c’è il sole, ma fa ancora freddo ed io sono più stressato che mai. Probabilmente adesso uscirò, andrò al Valentino a farmi un giro in solitaria senza vedere praticamente nessuno  se non qualcuno che corre, perchè Torino alla domenica mattina assomiglia più ad una città fantasma, oppure me ne starò a casa perchè se esci rischi di ammalarti più che a Manila, checchè se ne dica.  Incredibile la notizia di questi giorni –> che Torino è la città più inquinata di Europa.

Giovanni

Mary Grace and Me at my Condo in Metro Manila | December 2015
Mary Grace and Me at my Condo in Metro Manila | December 2015

Hits: 41

subscribe reciprocal influence y-tube channel

Related Posts

Le aziende “Don Bosco” e quelle “Hubspot”

Le aziende “Don Bosco” e quelle “Hubspot”

Le aziende "Don Bosco" e quelle "Hubspot" Le aziende "Don Bosco" e quelle "Hubspot" Quando ero piccolo c'era un professore all'Università che ogni volta che parlava mi faceva sognare ad occhi aperti. Era Il Professore Maiocchi , correva l'anno 1989. In quei periodi...

Truffe telefoniche e schemi

Truffe telefoniche e schemi

Truffe telefoniche e schemi: come i truffatori possono utilizzare il tuo telefono per sfruttarti: come difendersi e rimanere aggiornati

0 Comments

0 commenti

Rispondi

Share This
×

Powered by WhatsApp Chat

×