Seleziona una pagina

Venti di guerra in Asia: Philippines

14 Aprile 2021

Comments

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines

Locsin presenta un’altra protesta diplomatica mentre 240 navi cinesi sciamano nel Mar delle Filippine occidentali

Patricia Lourdes Viray (Philstar.com) – April 14, 2021 – 8:34am

MANILA, Filippine – Il massimo esponente diplomatico delle Filippine ha ordinato la presentazione di un’altra protesta diplomatica contro la Cina a seguito delle notizie secondo cui 240 navi cinesi si attardano nel Mar delle Filippine occidentali. “[DFA] FAI UNA PROTESTA DIPLOMATICA ORA”, ha twittato mercoledì mattina il segretario agli affari esteri Teodoro Locsin Jr., citando un rapporto di ABS-CBN News. Storie correlate Nessun piano di presenza permanente? Spostare le navi dal Mar delle Filippine occidentali, Locsin dice che il DFA cinese ha convocato un inviato cinese per le navi in sosta nel Mare delle Filippine occidentali Locsin, tuttavia, ha ammesso di non aver ancora ricevuto alcun aggiornamento dalla Task Force nazionale per il Mar delle Filippine occidentali (NTF-WPS) sugli ultimi sviluppi nel Mar delle Filippine occidentali.

 

Martedì notte, la NTF-WPS ha ribadito la sua richiesta alla Cina di ritirare tutte le sue navi all’interno della zona economica esclusiva filippina nel Mar delle Filippine occidentali.

“La Task Force nazionale per il Mar delle Filippine occidentali denuncia il continuo sciamare nel WPS da parte della Guardia Costiera Cinese (CCG) e della Milizia Marittima, che secondo le autorità cinesi sono normali pescherecci”, si legge nel comunicato. Secondo la task force, circa 240 navi cinesi sono sparse in diversi punti nelle acque territoriali di Kalayaan, Palawan, a partire dall’11 aprile.

Pesca illegale


Citando un rapporto del comando militare occidentale, il NTF-WPS ha detto che 136 navi cinesi sono state avvistate a Burgos (Gaven) Reef, nove a Julian Felipe (Whitsun) Reef, 65 a Chigua (McKennan) Reef, sei a Panganiban (Mischief) Reef , quattro a Pag-asa (Thitu) Island, uno a Likas (West York) Island, cinque a Kota (Loaita) Island e 11 a Ayungin (Second Thomas) Shoal.

“Una stima minima che ciascuno possa catturare una (1) tonnellata di pesce ammonta a un totale prudente di 240.000 chili di pesce prelevato illegalmente dalle acque filippine ogni singolo giorno in cui i pescherecci cinesi ammassati rimangono nel Mar delle Filippine occidentali”, la NTF- Ha detto WPS.

Tali azioni sono considerate pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata, ha aggiunto. L’NTF-WPS ha anche riferito che i bracconieri cinesi sono stati visti raccogliere vongole giganti vicino all’isola di Pag-asa, ma si sono allontanati rapidamente quando sono stati avvicinati dalla guardia costiera filippina.

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines -Militarizzazione

Oltre alle navi della guardia costiera e della milizia marittima avvistate nell’area durante l’ultima pattuglia di sovranità del governo, ha detto l’NTF-WPS. Sono state anche osservate due navi da guerra missilistiche di classe Houbei a Panganiban Reef, una nave da guerra di classe Corvette a Kagitingan (Fiery Cross) Reef e un rimorchiatore della marina a Zamora Reef. I militari hanno anche individuato due navi della guardia costiera cinese vicino all’isola di Pag-asa, oltre a due navi della marina militare dell’Esercito popolare di liberazione, tre navi della guardia costiera e 10 navi della milizia marittima a Panatag (Scarborough) Shoal. “Tutte queste navi da guerra della marina PLA contribuiscono alla militarizzazione dell’area”, ha detto l’NTTF-WPS. “Il continuo brulicare di navi cinesi rappresenta una minaccia per la sicurezza della navigazione, la sicurezza della vita a sesa, e impedisce il diritto esclusivo dei filippini di beneficiare della ricchezza marina nella ZEE”, ha aggiunto.

All’inizio di questa settimana, il Dipartimento degli Affari Esteri ha convocato l’ambasciatore cinese Huang Xilian per esprimere “dispiacere” per la persistente presenza di navi cinesi a Julian Felipe Reef. Il DFA ha detto che entrambe le parti hanno concordato di abbassare le tensioni e “gestire la questione diplomaticamente”, ma Pechino si rifiuta ancora di ritirare le sue navi nel Mar delle Filippine occidentali.

 

Venti di guerra in Asia – At least 240 Chinese ships swarming in Philippines’ EEZ: NTF-WPS

Venti di guerra in Asia – US and China deploy aircraft carriers in South China Sea as tensions simmer

Hits: 101

subscribe reciprocal influence y-tube channel

Related Posts

0 Comments

0 commenti

Rispondi

Pin It on Pinterest

Share This