+39 388 388 35 13 [email protected]

Sugan e Biden affermano un’alleanza “coraggiosa” che prende di mira la Cina

17 Aprile 2021

Comments

Sugan e Biden affermano un’alleanza “coraggiosa”, che prende di mira la Cina

Buone vibrazioni circondano il vertice dei leader USA-Giappone, ma il commercio degli alleati e le relazioni strategiche hanno ancora grandi buchi

Di ANDREW SALMON 17 APRILE 2021

Sugan e Biden

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (R) e il primo ministro giapponese Yoshihide Suga tengono una conferenza stampa nel Giardino delle Rose della Casa Bianca il 16 aprile 2021 a Washington, DC. lience e altri argomenti. Foto: Doug Mills / Pool / Getty Images tramite AFP

Sugan e Biden affermano un’alleanza “coraggiosa” che prende di mira la Cina

Il primo ministro giapponese Yoshihide Suga ha ricevuto rinnovati impegni dagli Stati Uniti per l’alleanza tra le due parti e i complimenti dovuti al primo leader straniero ad essere salutato venerdì a Washington dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

“La libertà, la democrazia, i diritti umani e lo Stato di diritto sono i valori universali che collegano la nostra alleanza che è prevalente nell’Indo-Pacifico, e questo è il fondamento stesso della prosperità e della stabilità della regione e del globo”, ha detto Suga in osservazioni a Biden prima che le loro delegazioni si sedessero per i colloqui, secondo la Casa Bianca. “E durante la mia visita negli Stati Uniti, desidero riaffermare il nuovo e stretto legame tra noi”.

Tale messaggio basato sui valori è stato ampliato da Biden, che ha chiarito dove si trovano le sfide dei due paesi.

“Ci siamo impegnati a lavorare insieme per affrontare le sfide della Cina e su questioni come il Mar Cinese Orientale, il Mar Cinese Meridionale e la Corea del Nord, per garantire un futuro di un Indo-Pacifico libero e aperto”, ha detto Biden in una conferenza stampa dopo il loro incontro, secondo quanto riferito da Washington.

I due leader hanno confermato il loro “sostegno coraggioso” all’alleanza, ha detto Biden.

Sugan e Biden affermano un’alleanza “coraggiosa”, che prende di mira la Cina.

“L’alleanza Giappone-Stati Uniti è stata una pietra angolare di pace, stabilità e prosperità nella regione indo-pacifica e in tutto il mondo”, ha aggiunto Suga. “E ora sta diventando più importante che mai a causa dell’attuale situazione regionale e del difficile contesto di sicurezza”.

In un’ampia iniziativa progettata per sfidare il crescente dominio economico della Cina nei settori dell’alta tecnologia, Biden ha anche dichiarato alla conferenza stampa che Stati Uniti e Giappone investiranno insieme in una serie di aree tra cui 5G mobile, intelligenza artificiale, informatica quantistica, genomica e semiconduttori catene di valore.

Sono state discusse anche le pressioni della Cina su Taiwan, il rafforzamento della sua presa su Hong Kong e la repressione della popolazione musulmana uigura dello Xinjiang.

Suga, parlando in un webinar ospitato dal think tank del Center for Strategic and International Studies, si è successivamente offerto di incontrare il leader nordcoreano Kim Jong Un senza pre-condizioni.

È stato il primo vertice di Biden con un leader straniero da quando è entrato in carica, poiché Suga ha seguito l’esempio del predecessore Shinzo Abe, il primo capo di stato straniero a incontrare il predecessore di Biden, Donald Trump. La riunione ha avuto significati correlati per entrambi i leader.

Suga aveva cercato assicurazioni che gli Stati Uniti, socialmente e politicamente divisi in patria, manterranno il loro impegno nell’Indo-Pacifico in un momento in cui una Cina fiduciosa sta portando la sua economia a livelli senza precedenti mentre si afferma con più forza che mai su scala globale e regionale. fasi.

Questo è stato assicurato. Sebbene Biden affronti una pletora di questioni interne, ha chiarito l’importanza del multilateralismo mentre lavora per riparare le alleanze statunitensi che sono state sfilacciate sotto Trump.

Ha anche segnalato la priorità della sua amministrazione per l’Indo-Pacifico in un momento in cui la Cina sta presentando una sfida praticabile al potere degli Stati Uniti nella regione.

Il vertice di venerdì è stato il primo incontro fisico di Biden con un leader straniero, ma in precedenza si era unito a Suga e ai leader di Australia e India in un vertice online del Quad, il raggruppamento informale di democrazie schierate contro la Cina.

Inoltre, la prima visita all’estero dei segretari esteri e alla difesa di Biden fatta il mese scorso è stata in Giappone e quindi in Corea del Sud.

Sugan e Biden

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il primo ministro giapponese Yoshihide Suga alla Casa Bianca, 16 aprile 2021. Foto: AFP

Suga è stato in grado di espandere il suo messaggio al pubblico statunitense all’evento CSIS, parlando in particolare della Corea del Nord e dei partenariati commerciali multilaterali e di sicurezza in espansione del Giappone.

Ha guidato con la Corea del Nord, notando che il mese scorso ha testato missili balistici e ha effettuato oltre 80 lanci di questo tipo da quando è diventato segretario di gabinetto nel 2013. Pur chiedendo una cooperazione trilaterale tra Giappone, Corea del Sud e Stati Uniti per realizzare il disarmo del Nord, ha detto che “la massima priorità della mia amministrazione è la questione dei rapimenti … Il presidente Biden ha espresso l’impegno per una risoluzione immediata”.

Questo è un riferimento a una questione molto intricata: le decine di giapponesi rapiti nel corso degli anni dalla Corea del Nord. La questione salì alla ribalta in un vertice tra l’allora primo ministro giapponese Junichiro Koizumi e il defunto leader nordcoreano Kim Jong Il nel 2002.

In relazione a tale questione, Suga si è offerta di incontrare il figlio di Kim, l’attuale leader Kim Jong Un, senza condizioni preliminari per stabilire “rapporti fruttuosi” con la Corea del Nord.

Per quanto riguarda la Cina, ha detto, “la politica del Giappone è affermare con fermezza ciò che dovrebbe essere affermato e richiedere con forza alla Cina di intraprendere azioni speciali”. Ha anche detto che la Cina “detiene la chiave” della Corea del Nord.


Per quanto riguarda i diritti umani in Myanmar, Hong Kong e Xinjiang, ha affermato che il Giappone “alzerà con fermezza la sua voce e lavorerà con la comunità internazionale e cercherà azioni concrete”.

Tra i frequenti riferimenti a un “Indo-Pacifico libero e aperto”, Suga ha osservato che, più in generale, il Giappone “deve lavorare per stabilire una relazione stabile con i partner e soprattutto una stretta relazione con gli Stati Uniti”.

Mentre parlava di “legami stretti” e di alleanza americana “solida come una roccia”, negli ultimi anni il Giappone ha anche contattato UE, Francia, Germania, Filippine, Singapore e Regno Unito per partenariati per la difesa.

“Promuoviamo una forte alleanza Giappone-USA e allo stesso tempo forti approcci multilaterali”, ha detto Suga.

Oltre agli altri partner Quad di Stati Uniti e Giappone, “l’ASEAN e l’Europa stanno diventando più interessati a un Indo-Pacifico libero e aperto”, ha detto Suga. Definendo questo “incoraggiante”, ha detto che era “tempo di trasformare la visione in azione attraverso attività e cooperazione”.

Non è chiaro se Biden si impegnerà ad aderire al Trans-Pacific Partnership, un patto di libero scambio regionale che Trump ha chiuso nel 2017. La partenza degli Stati Uniti ha lasciato il Giappone per assumere la guida dell’iniziativa, che è stata ribattezzata Accordo globale e progressivo per TPP (CPTPP) ed è entrato in vigore nel 2018.

Ciò indica un certo buco nell’alleanza Giappone-Stati Uniti.

Il Giappone fa parte delle aree di libero scambio CPTPP e Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP) e negli ultimi anni ha firmato accordi di libero scambio bilaterali con l’UE e il Regno Unito. Secondo CSIS, un decennio fa circa il 10% del commercio giapponese era coperto da accordi di libero scambio; ora quella cifra è superiore all’80%.

Sebbene Tokyo e Washington abbiano firmato un accordo commerciale limitato sotto Trump, gli Stati Uniti non fanno parte di nessuno dei più ampi accordi di libero scambio del Giappone.

Sebbene Suga abbia chiarito l’importanza dell’alleanza di sicurezza Quad, esattamente quali azioni intraprenderà quel raggruppamento di quattro nazioni di democrazie regionali – Australia, India, Giappone e Stati Uniti – per contrastare la Cina è ancora oscuro.

Suga ha fatto riferimento a questo quando ha detto al CSIS che il Quad, “dovrebbe affrontare le sfide regionali e sostenere i valori universali … passo dopo passo … per creare un track record di sforzi concreti”. Oltre a sostenere la sicurezza marittima e creare infrastrutture di qualità, l’organismo dovrebbe cooperare sulle tecnologie critiche e sui cambiamenti climatici, ha affermato.

Sugan e Biden affermano un’alleanza “coraggiosa”, che prende di mira la Cina

Navi da guerra

Sugan e Biden affermano un’alleanza “coraggiosa” che prende di mira la Cina

Inoltre, esattamente quale tipo di sostegno il Giappone potrebbe fornire a Taiwan di fronte alla potenziale aggressione cinese è un’altra zona grigia. Suga non ne ha discusso al CSIS.

Alla domanda su Taiwan dai giornalisti durante la conferenza stampa congiunta, Suga ha detto di non essere disposto a rivelare i dettagli, ma ha detto: “L’importanza della pace e della stabilità nello Stretto di Taiwan è qualcosa su cui Giappone e Stati Uniti sono d’accordo e abbiamo riaffermato la questione. . “

Gli esperti ieri hanno detto ad Asia Times che, a differenza dei piani di emergenza esistenti tra Giappone e Stati Uniti per una crisi nella penisola coreana, i due alleati non hanno tali protocolli in situ per affrontare un’emergenza a Taiwan.

Gli esperti hanno anche notato che mentre gli Stati Uniti possono agire con forza quando si tratta di contrastare la Cina nella sfera militare ed economica, le realtà commerciali e politiche impediscono al Giappone di agire in quelle stesse sfere con lo stesso vigore.

E sebbene Suga abbia menzionato la cooperazione trilaterale inclusa la Corea del Sud al CSIS, gli esperti notano che le costanti relazioni tempestose tra Seoul e Tokyo frustrano gli sforzi degli Stati Uniti per coordinare le attività nella regione.

Archivio reciprocal influence

Le lavanderie ecologiche: ma lo sono veramente?

Le lavanderie ecologiche: ma lo sono veramente?

Le lavanderie ecologiche: ma lo sono veramente? Molte si spacciano per tali, ma lo sono effettivamente? In che misura? Cosa usano?
Read More
seo scritte in merito al seo

SEO Google novità 2021

Un accenno all’algoritmo di Google della sua evoluzione storica fino all’ultimo di Maggio 2021 che punta a premiare i siti web di qualità con i …
Read More

Hits: 19

subscribe reciprocal influence y-tube channel

Related Posts

Goggle Translator per il Seo

Goggle Translator per il Seo

Goggle Translator per il Seo. Avete poche visite? Volete aumentarle ecco un altro plugin immancabile. Siamo tanti nel mondo facciamoci leggere.

0 Comments

0 commenti

Rispondi

reciporocal influence

Subscribe To Our Blog

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

 

You have Successfully Subscribed!

Share This
×

Powered by WhatsApp Chat

×