+39 388 388 35 13 [email protected]

Coronavirus Manila | no vita sociale più vita virtuale

5 Giugno 2020

Comments

Contents hide

Coronavirus Manila | no vita sociale più vita virtuale

The Department of Health reports 634 new cases of COVID-19 in the country. Total is now 20,382. The DOH also reports 10 new deaths and 95 new recoveries. The total number of deaths is now 984 and the recovered patients is now at 4,248 with active cases at 15,150.

To receive an instant update on PH cases via Messenger at any time, message our page and type ‘PH Update’

313 Fresh Cases (NCR: 114, Region 7: 101, Repatriate: 1, Others: 97)
321 Late Cases (NCR: 44, Region 7: 37, Repatriate: 63, Others: 177)

634 New Cases, 10 New Deaths and 95 New Recoveries

20,382 Confirmed
984 Deaths
4,248 Recovered
15,150 Active
378,296 Total Tests

Case Fatality Rate: 4.8%
Case Recovery Rate: 21%
Active Case Rate: 74%

Total Cases/1M Population: 186
Total Deaths/1M Population: 9
Total Tests/1M Population: 3,456
Worldometers Global Ranking: 38th

Source: Department of Health and Worldometers
 — sharing a COVID-19 Update.

WHO resumes trial for hydroxychloroquine as possible COVID-19 treatment

WHO resumes trial for hydroxychloroquine as possible COVID-19 treatment
The World Health Organization resumed its trial for hydroxychloroquine as a possible treatment for COVID-19.

‘This is not terrorism’: Filipinos take to the streets after anti-terror bill hurdles Congress

'This is not terrorism': Filipinos take to the streets after anti-terror bill hurdles ...
Several sectoral and progressive groups take their outrage to the streets continuing the call to junk the anti-terrorism bill

Carpio: Anti-terrorism bill may immediately be challenged on constitutionality in SC

‘Heavy-handed’ focus on security threats, drugs led to serious rights violations in PH – UN body

'Heavy-handed' focus on security threats, drugs led to serious rights violations in PH - ...
MANILA (UPDATE) - The Philippine government's emphasis on addressing national security threats and illegal drugs has led to serious human rights violations, a report by the United Nations Office ...

U.N. report: Documents suggest PH police planted guns in drug war ops

U.N. report: Documents suggest PH police planted guns in drug war ops
United Nations Human Rights Office says 'police repeatedly recovered guns bearing the same serial numbers from different victims in different locations'

The impact of a non-renewal of ABS-CBN’s franchise to the industry and country, according to KBP chief Jun Nicdao

Gov’t eyes giving cash aid, work as contract tracers to idle jeepney drivers

NBI files murder charges vs. cop who shot Army veteran at checkpoint

470 hotels in NCR opened up for returning OFWs, essential workers during quarantine period

Government eyes testing of asymptomatic patients

Duterte wants more bus routes in Metro

DOTr to open six more bus routes next week

DILG official: Garcia could face charges for allowing backrides on private motorcycles

Bong Go slams delayed benefits for frontliners

Oops! Palace clarifies tricycles still banned on national highways

Facebook will start labeling pages and posts from state-controlled media

Twitter refuses to rule out suspending Trump’s account

Snapchat to stop promoting Trump after controversial posts

Snapchat to stop promoting Trump after controversial posts
Snapchat will no longer promote President Donald Trump's account on its platform in the wake of his controversial comments on ongoing protests across the US, the company announced Wednesday.

Coronavirus, “sta passando da solo”

Coronavirus, "sta passando da solo"
Gattinoni: "Sta facendo tutto la natura. Come è avvenuto per la Spagnola e per la Sars"

Covid, studio rivela: “Il sole uccide il virus in pochi minuti”

Covid, studio rivela: "Il sole uccide il virus in pochi minuti"
La ricerca pubblicata dall'Università di Oxford: "Quando esposto alla luce solare, il 90% del virus viene inattivato in 6,8 minuti nella saliva e in 14,3 minuti nei terreni di coltura"

CONCLUSIONI

634 casi di cui “freschi” 313 e ritardati 321.

Oggi cercherò di andare con ordine, seguendo la lista  dei link partendo con la buona notizia dunque della “luce verde” per le Phil da parte del WHO di riprendere l’uso della idrossiclorodina.

Diverse proteste in strada d’indignazione avvenute ieri per spazzare via il disegno di legge antiterrorismo nota come –> anti-terrorism bill. E ciò è avvenuto presso l’Università delle Filippine Diliman a Quezon City. In un articolo successivo Carpio, un ex-giudice sostiene che la disposizione sull’arresto ingiustificato nella Sezione 29,  è incostituzionale.

House Bill 6875, che abroga la legge sulla sicurezza umana del 2007, estenderà il numero di giorni in cui i sospetti terroristi possono essere detenuti senza un mandato di arresto – da tre giorni ai sensi della legge attuale fino a 14 giorni, prorogabile di altri 10 giorni. La camera bassa ha approvato il progetto di legge con 173 affermativi, 31 negativi e 29 astensioni, adottando la versione esatta approvata al Senato lo scorso febbraio.

Segue poi un rapporto dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani (ufficio dei diritti delle Nazioni Unite).  E sempre da parte di ABS-CBN segue un articolo di approfondimento  “L’impatto di un non rinnovo del franchising ABS-CBN nel settore e nel paese, secondo il capo della KBP Jun Nicdao”. 

Il Governo Filippino sta strizzando l’occhio ai guidatori di Jeepeny fermi per via delle restrizioni ancora in atto per aiutarli e per poterli impiegare come tracers nell’aiuto alla lotta della pandemia, visto che il paese dovrà raggiunegere quota 95K nel rispetto delle quote suggerite dal WHO. Nei giorni scorsi 6 autisti di Jeepeny sono stati arrestati per aver protestato contro le restrizioni. 

Vi ricordate di quell’episodio di un poliziotto che ha sparato uccidendolo un ex soldato (con problemi mentali) in un checkpoint durante la quarantena?  Il National Bureau of Investigation (NBI)  ha presentato accuse di omicidio. 

Fino a 470 hotel hanno aperto le loro porte nella regione della capitale in mezzo alla quarantena della comunità per accogliere i lavoratori filippini e le persone che lavorano all’estero nelle industrie essenziali, secondo quanto riferito dal Dipartimento del Turismo.

Vince Dizon, vicedirettore principale della politica nazionale sulla malattia di coronavirus 2019 (COVID-19), ha affermato che circa il 98 percento dei casi di coronavirus nel mondo sono asintomatici o quelli che non presentano sintomi e persone che presentano sintomi lievi, mentre solo il due percento sono fondamentali.

“Durante i mesi precedenti, possiamo solo testare i nostri connazionali che manifestano sintomi come febbre, raffreddori e tosse. Ora, a causa della nostra enorme capacità a livello nazionale, specialmente nei Visayas e nel Mindanao, possiamo andare oltre quelli con sintomi “, ha detto Dizon in un briefing stampa.”Il nostro obiettivo ora per i test mirati estesi dovrebbe essere quello di trovare e testare l’asintomatico”, ha aggiunto. Dizon ha affermato che la capacità massima di test nelle Filippine ha raggiunto 41.990. Ha detto che il governo mira ad aumentare la capacità di test a 50.000 questo mese.

Il Presidente Duterte, ha emesso una direttiva per aggiungere ulteriori linee di autobus a Metro Manila a partire da domani, venerdì. E il Dipartimento dei trasporti (DOTr) aggiungerà un totale di altre sei linee di autobus a Metro Manila e nelle province vicine venerdì e lunedì.

Non è ancora chiaro se la misura lanciata dal governatore di Cebu che concederebbe di usare il posto dietro nelle moto possa considerarsi “condivisa” perchè si scontra contro le linee nazionali sulla gestione delle malattie infettive emergenti e IATF. 

Come ricordato ieri ci sono dei problemi per gli aiuti e  benefici non concessi  agli operatori sanitari.

“I nostri operatori sanitari stanno svolgendo uno dei lavori più difficili e pericolosi contro un nemico invisibile: una malattia [che] fino ad ora non ha cura. Hanno pagato il prezzo più alto – le loro vite – in modo che il resto dei loro connazionali e donne continuino a vivere ”, ha sottolineato. “Chiedo alle agenzie interessate di rimediare immediatamente a ciò e di rilasciare il giusto compenso per i nostri operatori sanitari che sono morti e che sono stati infettati da Covid-19, come previsto dalla legge. Maawa naman kayo (Mostra un po ‘di compassione). ” La legge Bayanihan richiede il pagamento di un risarcimento agli operatori sanitari entro e non oltre 90 giorni dopo il loro parto o morte.

Finiamo oggi con le Phil ricordando del ban ancora attivo per i Trycicle sulle routes nazionali come l’EDSA.

Ed entriamo nelle news internazionali ed Italiane. Ce ne’ sono diverse dei social network oggi ed una importante dal re dei social, Facebook: che inizierà a etichettare le pagine, i post e le pubblicità dei media controllati dallo stato, ha annunciato la società ieri. Le etichette inizieranno immediatamente ad apparire su pagine appartenenti a punti vendita come Russia Today gestita dallo stato e Xinhua cinese. A partire dalla prossima settimana, gli utenti negli Stati Uniti inizieranno a vedere l’etichetta apparire sui singoli post di questi punti vendita – etichette che verranno eventualmente introdotte in altri paesi.
Nathaniel Gleicher, responsabile della politica di sicurezza di Facebook, ha dichiarato a CNN Business in un’intervista giovedì che la società sta adottando un tale approccio in modo che gli utenti sappiano di più da dove provengono le loro informazioni.

Nel 2018, YouTube ha iniziato a etichettare i video provenienti dai media finanziati dallo stato, portando ad alcune proteste da organi di stampa come Voice of America che sono finanziati dal governo degli Stati Uniti ma dicono che hanno un “firewall legislativo” che proibirebbe interferenze nei rapporti.

Twitter non identifica i media controllati dallo stato, ma ad agosto ha smesso di accettare la pubblicità da parte dei media controllati dallo stato.

Ottima questa implementazione di Facebook, come ogni volta che “l’informazione” si rende più chiara e trasparente.

E ora il turno di snapchat, un social che io non seguo molto, ma che ha dei proseliti: non promuoverà più l’account del presidente Donald Trump sulla sua piattaforma sulla scia dei suoi controversi commenti sulle proteste in corso negli Stati Uniti, ha annunciato la società mercoledì.  L’account di Trump viene regolarmente messo in evidenza nella funzione “Scopri” di Snapchat, che evidenzia anche i contenuti di celebrità e organizzazioni di notizie.

“Attualmente non stiamo promuovendo i contenuti del Presidente sulla piattaforma Discover di Snapchat. Non amplificheremo le voci che incitano alla violenza e all’ingiustizia razziale offrendo loro una promozione gratuita su Discover”, ha dichiarato Rachel Racusen, portavoce di Snap, la società madre di Snapchat Mercoledì. “La violenza e l’ingiustizia razziale non hanno posto nella nostra società e stiamo insieme a tutti coloro che cercano pace, amore, uguaglianza e giustizia in America”, ha detto Racusen.

L’account del presidente rimane sulla piattaforma. In una dichiarazione ai giornalisti, il responsabile della campagna di Trump Brad Parscale ha fatto saltare la mossa, accusando Snapchat di “tentare di truccare le elezioni del 2020” e “reprimere il presidente Trump”.

La decisione segna un’escalation delle tensioni tra l’amministrazione Trump e alcune società di social media.

La scorsa settimana, Twitter per la prima volta ha apposto un’etichetta di verifica dei fatti a più tweet di Trump sulle schede di posta elettronica e giorni dopo ha messo un’etichetta di avvertimento su un tweet di Trump sulla protesta, in cui ha avvertito: “quando inizia il saccheggio, inizia la sparatoria “. Facebook ha scelto di non agire su post identici pubblicati sulla sua piattaforma.

Trump ha firmato un ordine esecutivo rivolto alle società di social media dopo la mossa di Twitter, in quello che sosteneva fosse un tentativo di “difendere la libertà di parola da uno dei pericoli più gravi che ha dovuto affrontare nella storia americana”.

E ora veniamo a Twitter e alla sua politica di “controllare” e quindi adombrare tutti i tweet (cinguettii) che non si confaciano alla loro politica antiviolenta, tutti, nessuno esluso, compresi quelli del presidente Donald Trump. Da qui la fortissima polemica dei giorni scorsi che ha visto il Presidente Americano a seguito di ciò firmare  l’ordine esecutivo che punta a eliminare l’immunità legali  contro eventuali cause per i contenuti pubblicati sulla piattaforma. La Casa Bianca fa quindi sapere che con quel provvedimento i social media perdono l’immunità legale. Sulla base di quanto emerso da una prima bozza, che potrebbe comunque subire qualche modifica, verrebbe così ridotta la discrezionalità con cui le singole società, come Facebook o Twitter, possono limitare la libertà di parola di ogni utente. 

Quindi da una parte Snapchat e Facebook con la loro politica di “lasciapassare” e dall’altra parte Twitter che invece allinea tutti i cinguettii alla stessa maniera assoggettandoli alla loro politica, praticando di fatto una specie di “censura”. Chi ha ragione secondo voi? Io non vorrei dilungarmi troppo, ma sono contrario alle censure e per tagliare corto do ragione a Trump, ma sarebbe bello aprire una discussione di approfondimento.

Era più semplice vivere sotto la quarantena, non uscire di casa e stop. Ora durante la fase di alleggerimento dove i trasporti riprendono, i lavori pure, ecc… tutto si fa più complesso, con la burocrazia spesso “cieca” che attanaglia quasi a rendere impossibile la ripresa alle normali attività. Ad ogni modo il ritorno alla normale vita di prima sarà invevitabile e la Thailandia si sta domandando ora quali attività a luci rosse potrà riaprire  Government to decide which “red” businesses can reopen in next phase .

Sempre più articoli di esperti ci ricordano che  la situazione è cambiata e che il virus così come è capitato per  altre pandemie della storia se ne andrà via da solo. 

Covid “sta passando da solo, sta facendo tutto la natura. Come è avvenuto per la Spagnola e per la Sars. E anche i pazienti sono guariti da soli”. Esordisce così Luciano Gattinoni, professore emerito dell’università di Göttingen, in Germania, e dell’Università Statale di Milano, uno dei più grandi esperti in anestesia e rianimazione, in un’intervista al ‘Giornale’ facendo il punto sull’andamento dei contagi in Italia. Leggete l’articolo.

Spero di avervi presentato una situazione delle prinicpali notizie abbastanza sufficiente per avere un quadro generale, se avete commenti, suggerimenti, modifiche, mi farebbe piacere leggerli e capire come migliorare i miei post, ciao

Giovanni, Metro Manila

 

 
 
 
seo scritte in merito al seo

SEO Google novità 2021

Un accenno all’algoritmo di Google della sua evoluzione storica fino all’ultimo di Maggio 2021 che punta a premiare i siti web di qualità con i …
Read More

Hits: 40

subscribe reciprocal influence y-tube channel

Related Posts

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines

Venti di guerra in Asia: Philippines Locsin presenta un'altra protesta diplomatica mentre 240 navi cinesi sciamano nel Mar delle Filippine occidentali Patricia Lourdes Viray (Philstar.com) - April 14, 2021 - 8:34am MANILA, Filippine - Il massimo esponente diplomatico...

0 Comments

0 commenti

Rispondi

Pin It on Pinterest

Share This
×

Powered by WhatsApp Chat

×